News

News su Prima casa

La residenza ‘civilistica’ non basta per salvare le agevolazioni prima casa

02 Aprile 2020 | di La Redazione

Cass. Civ., sez. trib.

Prima casa

La dimora abituale – ossia la ‘residenza civilistica’ – nel Comune dove è ubicato l’immobile appena acquistato non è sufficiente per usufruire legittimamente delle cosiddette agevolazioni ‘prima casa’. Censurata la visione dei giudici tributari, che avevano ritenuto sufficiente la dimora abituale del contribuente nel Comune dove è ubicato l’immobile da lui acquistato.

Leggi dopo

Disconoscimento agevolazioni prima casa e obbligo di allegazione della perizia dell’Agenzia del Territorio

10 Marzo 2020 | di Francesco Brandi

Cass. Civ. sez. trib.,

Prima casa

L’amministrazione finanziaria non può revocare i benefici sulla prima casa senza allegare all’atto impositivo la perizia dell’Agenzia del Territorio.

Leggi dopo

In caso di sentenza ex art. 2932 c.c. le agevolazioni prima casa spettano anche con dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà

28 Febbraio 2020 | di Francesco Brandi

Prima casa

In caso di sentenza costitutiva della proprietà ai sensi dell’art. 2932 c.c., il diritto alle agevolazioni sulla prima casa con il possesso dei relativi presupposti può essere dichiarato dal neoproprietario fino alla registrazione della sentenza anche con dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà

Leggi dopo

Disconoscimento agevolazioni prima casa e obbligo di allegazione della perizia dell’Agenzia del Territorio

24 Febbraio 2020 | di Francesco Brandi

Cass. Civ., sez. trib.

Prima casa

L’amministrazione finanziaria non può revocare i benefici sulla prima casa senza allegare all’atto impositivo la perizia dell’Agenzia del Territorio.

Leggi dopo

Niente agevolazioni prima casa anche se è il Comune a negare il trasferimento di residenza

15 Novembre 2019 | di La Redazione

Prima casa

Niente agevolazioni prima casa anche se è il Comune che ha negato il trasferimento alla residenza, perché non è causa di forza maggiore (Cass. Civ., 8 novembre 2019 n. 28838).

Leggi dopo

Prima casa: contribuente paga le imposte sulla plusvalenza se le utenze sono troppo basse

27 Agosto 2019 | di La Redazione

Cass. Civ.

Prima casa

Se l’immobile compravenduto prima dello scadere dei cinque anni ha fatto registrare dei consumi delle utenze inferiori rispetto ad un’altra dimora di proprietà, il contribuente paga le imposte sulla plusvalenza (Cass. 16 luglio 2019 n. 18963)...

Leggi dopo

Per accedere al beneficio prima casa non sono sufficienti il pagamento delle utenze e TARSU

17 Aprile 2019 | di La Redazione

Cass. civ., sez. VI-T

Prima casa

La Corte di Cassazione, con l’ordinanza n. 10072/2019, accoglie il ricorso dell’Agenzia delle Entrate: senza la prova anagrafica di residenza, non è possibile l’accesso ai benefici fiscali.

Leggi dopo

Agevolazione prima casa: valide anche se l’immobile viene ceduto anzitempo per gli accordi di separazione

26 Marzo 2019 | di La Redazione

Cass. Civ., sez. trib., 21 marzo 2019 n. 7966

Prima casa

Relativamente alle agevolazioni prima casa - la Corte di Cassazione con l’ordinanza del 21 marzo 2019 n. 7966 - ha statuito che non vengono perse anche se il contribuente, in virtù di un accordo di separazione, aliena l’abitazione prima dello scadere dei cinque anni.

Leggi dopo

Prima casa: no al beneficio se l'immobile raggiunge i 240 mq contando il piano interrato non abitabile

11 Ottobre 2018 | di La Redazione

Prima casa

La Cassazione è tornata a valutare la spettanza del beneficio fiscale prima casa. Lo ha fatto con l’ordinanza del 3 ottobre 2018, n. 24051, con la quale i Supremi Giudici hanno accolto il ricorso dell’Agenzia delle Entrate, in merito al caso di un contribuente il quale aveva acquistato un immobile la cui superficie, contando anche il piano interrato non abitabile, superava i 240 metri quadrati.

Leggi dopo

Immobile ceduto con donazione simulata: no alle agevolazioni prima casa

30 Agosto 2018 | di La Redazione

Cass. civ.,

Prima casa

Addio alle agevolazioni prima casa se l’acquisto dell’immobile è subito succeduto dalla donazione simulata dell’immobile prima dei cinque anni. Lo afferma la Corte di Cassazione con l’ordinanza del 29 agosto 2018 n. 21312, con la quale la Corte ha respinto il ricorso di un contribuente.

Leggi dopo

Pagine