News

News su IVA comunitaria

Dalle Entrate nuove regole per immatricolare mezzi comunitari

20 Aprile 2018 | di La Redazione

Agenzia delle Entrate

IVA comunitaria

Dalle Entrate viene stabilito che la documentazione per istanze su veicoli acquistati in regime IVA del margine o usati come strumentali all’attività d’impresa va esibita in originale.

Leggi dopo

Dal Consiglio UE via libera alla fatturazione elettronica per i soggetti passivi

20 Aprile 2018 | di La Redazione

IVA comunitaria

Il Consiglio UE, con la Decisione di esecuzione n. 593/2018, ha autorizzato la Repubblica italiana ad introdurre l'obbligo di fatturazione elettronica per tutti i soggetti passivi stabiliti sul territorio italiano, ad eccezione di coloro i quali beneficino della franchigia prevista per le piccole imprese.

Leggi dopo

IVA: il Parlamento Europeo avvia il pagamento on-line

01 Dicembre 2017 | di La Redazione

IVA comunitaria

La giornata di ieri ha visto il Parlamento Europeo esprimersi su due atti legislativi volti a migliorare ed aggiornare le norme sul pagamento dell’IVA, in modo da estendere le tipologie di imprese ammesse al versamento on-line.

Leggi dopo

Ai fini della detrazione IVA, l'indirizzo del fornitore non rileva

16 Novembre 2017 | di La Redazione

CGUE

IVA comunitaria

La Corte di Giustizia Europea con sentenza di ieri (cause riunite C-374/16 e C-375/16) ha sancito l'impossibilità di negare il diritto alla detrazione dell’IVA qualora il fornitore non abbia indicato nella fattura l’indirizzo del luogo in cui esercita l'attività economica.

Leggi dopo

Cessione di beni da parte di un soggetto passivo stabilito in uno stato membro: nessuna esenzione IVA

01 Agosto 2017 | di La Redazione

IVA comunitaria

La cessione di beni da parte di un soggetto passivo stabilito in uno stato membro, non è esente da IVA, se, nelle more dell’acquisizione, l’acquirente lo informa che rivenderà a stretto giro i beni ad un altro soggetto sempre stabilito in uno stato membro. Questo quanto stabilito dalla Corte di Giustizia UE con la sentenza relativa alla Causa C- 386/16.

Leggi dopo

Contrasto tra omesso versamento IVA e norme europee, depositate le conclusioni dell'Avv. Generale

19 Luglio 2017 | di La Redazione

IVA comunitaria

Sono state presentate le conclusioni in merito alla Causa C- 547/15 dall'Avv. Generale della Corte UE. L'oggetto riguarda il supposto contrasto tra il reato contenuto nell’art. 10-ter del D. Lgs. n. 74/2000 (come novellato dal D. Lgs. n. 158/15) e, da una parte, l’art. 1 della Convenzione PIF, e dall’altra il paragrafo 1 dell’art. 325 TFUE.

Leggi dopo

La violazione di un requisito formale può portare al diniego dell’esenzione dall’IVA?

10 Febbraio 2017 | di La Redazione

Corte di giustizia UE, 9 febbraio 2017 causa C-21/16

IVA comunitaria

La violazione di un requisito formale può portare al diniego dell’esenzione dall’IVA se tale violazione ha l’effetto di impedire che sia fornita la prova certa del rispetto dei requisiti sostanziali. Questo il sunto della sentenza della Corte di giustizia europea relativa alla causa C-21/16.

Leggi dopo

Pro-rata IVA: possibile incompatibilità con la normativa comunitaria

30 Giugno 2016 | di La Redazione

IVA comunitaria

L’Avvocato generale della Corte di Giustizia Ue ha rilasciato ieri delle conclusioni con riferimento alla causa C-378/15, sostenendo l’incompatibilità delle norme nazionali relative al calcolo del pro-rata di detrazione IVA rispetto alle disposizioni comunitarie di riferimento.

Leggi dopo

Falcidia del credito IVA: legittima in concordato preventivo

11 Aprile 2016 | di La Redazione

CGUE, 7 aprile 2016, causa C-546/14

IVA comunitaria

La Corte di Giustizia UE nella Causa C-546/14 depositata il 7 aprile 2016 ha affermato la legittimità della falcidia del credito IVA in caso di concordato preventivo.

Leggi dopo

Expo 2015, regime di non imponibilità IVA a maglie larghe

08 Luglio 2015 | di La Redazione

Agenzia delle Entrate, Circolare 16 luglio 2015, n. 27/E

IVA comunitaria

L’Agenzia delle Entrate risponde alle FAQ sul regime di non imponibilità IVA previsto dall’art. 10, comma 5, dell’Accordo tra il Governo della Repubblica italiana e il Bureau International des Expositions (BIE).

Leggi dopo

Pagine