News

News su Imposta di registro

Rassegna di giurisprudenza di legittimità - marzo 2018

13 Aprile 2018 | di La Redazione

Imposta di registro

Dalla redazione una selezione delle pronunce della Cassazione di maggior interesse depositate nel mese di marzo 2018.

Leggi dopo

Esenzione IVA: sì al beneficio verso imprese il cui oggetto esclusivo sia la rivendita di beni immobili

21 Marzo 2018 | di La Redazione

Cass. civ., sez.VI-T, 19 marzo 2018, n. 6835

Imposta di registro

La vicenda esaminata dai Giudici della Corte di Cassazione, con l'ordinanza n. 6835/2018, verte sull'applicazione della disciplina IVA sul trasferimento immobiliare. Nel caso di specie il contribuente veniva assoggettato all'imposta nonostante il carattere tassativo del termine triennale per procedere al ri-trasferimento dell'immobile acquistato ed il totale assoggettamento dell'atto alla normativa prevista in materia di imposta di registro (d.P.R. n. 131/1986).

Leggi dopo

Rassegna di giurisprudenza di legittimità - febbraio 2018

19 Marzo 2018 | di La Redazione

Imposta di registro

Dalla redazione una selezione delle pronunce della Cassazione di maggior interesse depositate nel mese di febbraio 2018.

Leggi dopo

Imposta di registro: chiarimenti da Assonime sulla riqualificazione degli atti

12 Febbraio 2018 | di La Redazione

Assonime, Circolare

Imposta di registro

Assonime, lo scorso 6 febbraio, ha pubblicato la Circolare n. 3 con la quale provvede a dare chiarimenti sulla riqualificazione degli atti nell’imposta di registro, mettendo in luce i riflessi delle nuove norme in materia di accertamento.

Leggi dopo

Irretroattività della norma antielusiva in materia di imposta di registro

31 Gennaio 2018 | di La Redazione

Cass. civ., sez. trib.

Imposta di registro

Non è possibile applicare retroattivamente le modifiche apportate all’art. 20 del d.P.R. n. 131/1986 dalla Legge di Bilancio 2018 in materia di registro. Questo quanto stabilito dalla Corte di Cassazione con la sentenza n. 2007/2018.

Leggi dopo

L'imposta di registro colpisce il rapporto racchiuso in sentenza quale indice di capacità contributiva

30 Gennaio 2018 | di La Redazione

Cass. civ.

Imposta di registro

La Corte di Cassazione, con la sentenza n. 1710/2017, ha ricordato che seppur indiscussa la natura solidale della responsabilità tributaria – così come previsto dall'art. 57 del d.P.R. n. 131/1986 – l'obbligazione per il pagamento dell'imposta dovuta in relazione ad una sentenza emessa in un giudizio con pluralità di parti non grava, quando si tratta di litisconsorzio facoltativo, sui soggetti che non siano parti del rapporto sostanziale oggetto del giudizio, assumendo così rilevo non la sentenza in quanto tale ma il rapporto racchiuso in essa, quale indice di capacità contributiva.

Leggi dopo

L'imposta di registro sugli atti dell'autorità giudiziaria

18 Luglio 2017 | di La Redazione

Cass. civ., sez. trib., 14 luglio 2017, n. 17513

Imposta di registro

La Corte di Cassazione, con la sentenza n. 17513/2017, ha sancito che in tema di imposta di registro sugli atti dell'autorità giudiziaria, la sentenza pronunciata sulla domanda di simulazione e revocatoria di un contratto non può essere tassata a carico della parte negoziale non debitrice in misura proporzionale all'entità del credito dell'attore.

Leggi dopo

Imposta di registro e la riqualificabilità degli atti

16 Maggio 2017 | di La Redazione

Cass. civ., sez. trib., 12 maggio 2017, n. 11873

Imposta di registro

La Cassazione, con la sentenza n. 11873/2017, ribadisce un principio inerente la riqualificazione degli atti collegati ai fini dell'imposta di registro ricordando che l’art. 20 del d.P.R. n. 131/1986, pur non configurando una norma antielusiva, legittimerebbe la riqualificazione di più atti collegati, valorizzando gli “effetti reali” dell’operazione realizzata.

Leggi dopo

Rassegna di giurisprudenza di legittimità - marzo 2017

21 Aprile 2017 | di La Redazione

Imposta di registro

Dalla redazione una selezione delle pronunce della Cassazione di maggior interesse depositate nel mese di marzo 2017.

Leggi dopo

Scrittura privata carente di data certa? Non può opporsi al Fisco

27 Marzo 2017 | di La Redazione

Cass. civ., sez. trib., 24 marzo 2017, n. 7621

Imposta di registro

La Corte di Cassazione, con sentenza del 24 marzo scorso, ha espresso un principio di diritto in merito all'opponibilità all'Erario di un atto privo di data certa, affermando che non può essere opposta all'Amministrazione finanziaria una scrittura privata che sia stata sottoscritta in data priva di certezza.

Leggi dopo

Pagine