News

News su Accertamento induttivo

È nullo l’accertamento induttivo se il destinatario è un artigiano che lavora in un piccolo centro abitato

30 Maggio 2018 | di La Redazione

Cass. civ., 24 maggio 2018 n. 12949

Accertamento induttivo

L’accertamento induttivo fondato sulla condotta antieconomica può essere annullato, se il destinatario è un artigiano che lavora in un piccolo centro abitato. È questo l’esito dell’ordinanza del 24 maggio 2018 n. 12949.

Leggi dopo

Qualità e quantità della merce non specificata: la documentazione può essere utilizzata dal Fisco

16 Gennaio 2018 | di La Redazione

Cass. civ., sez. trib.

Accertamento induttivo

La documentazione extracontabile rinvenuta dalla Guardia di Finanza è utilizzabile dal Fisco anche se nei documenti non è indicata la qualità e la quantità della merce. Così si è espressa la Corte di Cassazione.

Leggi dopo

Accertamento analitico e ricavi non contabilizzati

06 Luglio 2017 | di La Redazione

Cass. civ., sez. trib., 05 luglio 2017, n. 16531

Accertamento induttivo

La Corte di Cassazione, con l'ordinanza n. 16531/2017, ha ricordato il principio di diritto più volte espresso dai Supremi Giudici secondo il quale sia in tema di accertamento delle imposte sui redditi che di accertamento ai fini IVA, la presenza di scritture contabili formalmente corrette non esclude la legittimità dell'accertamento analitico-induttivo del reddito d'impresa, sempre che la stessa contabilità possa considerarsi complessivamente e sostanzialmente inattendibile.

Leggi dopo

Valido l'accertamento induttivo basato sui brogliacci

29 Giugno 2017 | di La Redazione

Cass. civ., sez. trib., 28 giugno 2017, n. 16060

Accertamento induttivo

Con la sentenza n. 16060/2017 i Giudici della Corte hanno ricordato che in sede di accertamento tributario la "contabilità in nero" costituita da promemoria e annotazioni dell’imprenditore, relativi all’attività svolta, costituiscono un valido elemento sulla base del quale poter fondare la pretesa fiscale.

Leggi dopo

Se le fatture sono incomplete, la legittimità dell’accertamento induttivo non è automatica

19 Gennaio 2017 | di La Redazione

Cass. civ. 18 gennaio 2017, n. 1119

Accertamento induttivo

Con la sentenza n. 1119/2017, i Giudici della Corte di Cassazione confermano che l’incompletezza delle fatture non determina automaticamente la legittimità dell’accertamento induttivo.

Leggi dopo

Costi 'esorbitanti' non giustificati dal reddito? Legittimo l'accertamento induttivo

03 Gennaio 2017 | di La Redazione

Cass. civ. 16 dicembre 2016, n. 26078

Accertamento induttivo

Con l’ordinanza n. 26078/2016 la Corte di Cassazione sostiene che bisogna sempre dimostrare l’esistenza e l’inerenza dei costi; qualora questo non accade l'accertamento induttivo intrapreso dall'Amministrazione finanziaria è valido.

Leggi dopo

In caso di presunta attività "in nero" è legittimo ricorrere al metodo induttivo

11 Ottobre 2016 | di La Redazione

Cass. civ., sez. VI-T, 10 ottobre 2016, n. 20351

Accertamento induttivo

Nel caso in cui vi sia omessa dichiarazione dei redditi e mancata esibizione delle scritture contabili, la legge abilita l'Ufficio a servirsi di qualsiasi elemento probatorio per la determinazione del reddito ed è quindi legittimo il ricorso al metodo induttivo ex art. 39 d.P.R. n. 600/1973. Questo il principio ricordato dalla Corte con l'ordinanza n. 20351/2016.

Leggi dopo

Anche la 'contabilità in nero' è un valido elemento indiziario

12 Luglio 2016 | di La Redazione

Cass. civ., sez. VI-T, 11 luglio 2016, n. 14150

Accertamento induttivo

La contabilità in nero costituita da appunti personali ed informazioni dell'imprenditore, rappresenta un valido elemento indiziario, dotato dei requisiti di gravità precisione e concordanza prescritti dall'art. 39, comma 1 del d.P.R. n. 600/1973.

Leggi dopo

I versamenti ingiustificati sul c/c rendono valido l'accertamento

05 Aprile 2016 | di La Redazione

Cass. civ., sez. trib., 30 marzo 2016, n. 6093

Accertamento induttivo

I Giudici della Corte di Cassazione, con sentenza n. 6093/2016, hanno affermato che la ricostruzione induttiva del reddito e il relativo avviso di accertamento basati sui prelievi e sui versamenti sul conto corrente bancario di un lavoratore autonomo, sono validi.

Leggi dopo

Accertamento valido se la retribuzione del contribuente risulta eccessiva

25 Gennaio 2016 | di La Redazione

Cass. civ., sez. VI-T, 19 gennaio 2016, n. 843

Accertamento induttivo

I Giudici della Cassazione, con l’ordinanza n. 843/2016, stabiliscono che laddove lo stipendio del contribuente risulti eccessivamente alto, l'Agenzia delle Entrate può procedere con l'accertamento induttivo.

Leggi dopo

Pagine