News

News

Regime del margine salvato dalla buona fede del soggetto passivo

22 Maggio 2017 | di La Redazione

CGUE, 18 maggio 2017, causa C-624/15

IVA

La CGUE ha definito che, in merito al regime del margine, un soggetto passivo che acquista beni d’occasione applica tale regime anche se in seguito a una verifica fiscale effettuata al suo fornitore emerge che quest’ultimo non aveva effettivamente assoggettato la cessione dei beni al regime speciale. La buona fede salva l'acquirente.

Leggi dopo

PTT, uno dei temi del Forum P.A. 2017

22 Maggio 2017 | di La Redazione

Processo telematico

Si terrà nei prossimi giorni il Forum P.A. 2017, una sessione dedicata al processo tributario telematico e all’innovazione digitale del Fisco.

Leggi dopo

Cancellazione dall'anagrafe ONLUS per chi omette la regolare tenuta delle scritture

22 Maggio 2017 | di La Redazione

Cass. civ., 17 maggio 2017, n. 12278

Società cooperative

I Giudici della Corte di Cassazione, con la sentenza n. 12278/2017, hanno ricordato che in materia di agevolazioni fiscali è legittimo il provvedimento di cancellazione dall’anagrafe ONLUS dell’associazione non riconosciuta che, avendo omesso la regolare tenuta delle scritture contabili, ha reso impossibile accertare l’utilizzazione degli utili per le finalità previste dallo statuto.

Leggi dopo

È salvo il beneficio se l'Amministrazione non allega i documenti catastali

19 Maggio 2017 | di La Redazione

Cass. civ., sez. trib. 11 maggio 2017, n. 11623

Prima casa

La Corte di Cassazione, con la sentenza n. 11623/2017, ricorda che in tema di imposta di registro, ipotecaria e catastale è salvo il beneficio fiscale se nell’atto delle Entrate non sono presenti i documenti catastali che dimostrano la caratteristica “di lusso” dell’immobile.

Leggi dopo

Prima casa: niente agevolazione per l'immobile di interesse storico

18 Maggio 2017 | di La Redazione

Cass. civ., sez. trib., 11 maggio 2017, n. 11620

Prima casa

La Cassazione, con la sentenza n. 11620/2017, ricorda che il contribuente che acquista un immobile di interesse storico artistico non può richiedere l'agevolazione fiscale prima casa.

Leggi dopo

Soggetto erogatore diverso da quello effettivo: rientra tra le operazioni soggettivamente inesistenti

18 Maggio 2017 | di La Redazione

Cass. pen., 17 maggio 2017, n. 24307

Emissione di fatture o altri documenti per operazioni inesistenti

I Giudici della Corte di Cassazione ricordano con la sentenza n. 24307/2017 che le operazioni soggettivamente inesistenti devono ritenersi configurabili anche quando la fattura reca l’indicazione di un soggetto erogatore della prestazione imponibile diverso da quello effettivo.

Leggi dopo

Credito d'imposta non riconosciuto in caso di errori bloccanti

17 Maggio 2017 | di La Redazione

Cass. civ., sez. trib., 12 maggio 2017, n. 11828

Cartelle esattoriali

La Corte di Cassazione, con la sentenza n. 11828/2017, ha ricordato che non viene riconosciuto il credito d'imposta in caso di errori bloccanti nell’invio della dichiarazione.

Leggi dopo

Studi di settori bloccati da autorizzazioni tardive

17 Maggio 2017 | di La Redazione

Cass. civ., sez. trib., 12 maggio 2017, n. 11858

Studi di settore

La Cassazione rammenta che se per due anni l’impresa ha aspettato l’autorizzazione per iniziare l’attività, l’accertamento basato sugli studi di settore non è valido. Questo quanto enunciato nella sentenza n. 11858/2017.

Leggi dopo

Determinazione delle sanzioni e progressione delle violazioni

16 Maggio 2017 | di Salvatore Labruna

CTP Milano

Sanzioni

L’applicazione in sede di esecuzione tributaria dell’istituto della continuazione delle violazioni, rideterminando la sanzione unica complessiva, come statuito dall’ultimo alinea del 5° comma dell’art. 12 D. Lgs. n. 472/1997, spetta al giudice che abbia avuto per ultimo cognizione del merito dei provvedimenti sanzionatori impugnati.

Leggi dopo

Imposta di registro e la riqualificabilità degli atti

16 Maggio 2017 | di La Redazione

Cass. civ., sez. trib., 12 maggio 2017, n. 11873

Imposta di registro

La Cassazione, con la sentenza n. 11873/2017, ribadisce un principio inerente la riqualificazione degli atti collegati ai fini dell'imposta di registro ricordando che l’art. 20 del d.P.R. n. 131/1986, pur non configurando una norma antielusiva, legittimerebbe la riqualificazione di più atti collegati, valorizzando gli “effetti reali” dell’operazione realizzata.

Leggi dopo

Pagine