News

News

Fondo patrimoniale: i beni possono essere ipotecati se l’obbligazione è strumentale ai bisogni familiari

06 Dicembre 2018 | di La Redazione

Cass. civ., sez. trib.

Ipoteca

Grava sul contribuente l’onere di provare l’estraneità del debito tributario ai bisogni della famiglia, per poter dimostrare l’illegittimità dell’iscrizione ipotecaria. Lo ha ricordato la Corte di Cassazione con l’ordinanza del 30 novembre 2018 n. 31065.

Leggi dopo

Anti-abuso: la scissione non proporzionale super il test delle Entrate

05 Dicembre 2018 | di La Redazione

Scissione d'azienda

La Risposta n. 91 pubblicata ieri dalle Entrate ritiene non abusiva l’operazione di scissione non proporzionale che una società semplice intende attuare, per superare le divergenze tra le diverse strategie economiche volute dai soci appartenenti alle distinte compagini familiari.

Leggi dopo

Criteri di valutazione della professionalità dei giudici negli spostamenti interni e nella progressione in carriera

04 Dicembre 2018 | di La Redazione

Organi della giurisdizione tributaria

Pubblicata, in Gazzetta Ufficiale, la Delibera C.P.G.T. 13 novembre 2018: a parziale rettifica della risoluzione n. 3-2017, del 5 dicembre 2017, illustra i criteri di valutazione della professionalità dei giudici tributari negli spostamenti interni e nella progressione in carriera.

Leggi dopo

Scadenza del 7 dicembre per 345 mila contribuenti, in arrivo la rottamazione-ter

03 Dicembre 2018 | di La Redazione

Cartelle esattoriali

Nei prossimi giorni scade il termine per mettersi in regola con le rate della rottamazione-bis e aderire alla nuova definizione. Sono attese più di 400 mila domande.

Leggi dopo

È tassata la plusvalenza derivante dal passaggio da società commerciale a semplice

03 Dicembre 2018 | di La Redazione

Cass. Civ., sez. trib.

Plusvalenze

Se la compagine commerciale si trasforma in una società semplice, mutando il regime dei beni sociali (destinati a finalità estranee all’esercizio di impresa) la plusvalenza è tassabile. Lo specifica la Cassazione con l’ordinanza depositata il 22 novembre 2018 n. 30228, con la quale la Suprema Corte ha accolto il motivo di ricorso presentato dall’Agenzia delle Entrate.

Leggi dopo

Le Entrate non possono violare il contraddittorio anche se l'azione accertativa è in scadenza

30 Novembre 2018 | di La Redazione

Cass. civ.

Contraddittorio

L'ufficio dell'Agenzia delle Entrate non può violare l'obbligo del contraddittorio sostenendo l'imminenza del termine di decadenza dell'azione accertativa. Lo ricorda la Corte di Cassazione con l'ordinanza del 15 novembre 2018 n. 29487.

Leggi dopo

Decreto fiscale: il Senato approva il DdL di conversione

29 Novembre 2018 | di La Redazione

Riscossione coattiva

Il dossier pubblicato sul sito del Senato (A.S. n. 886) ricapitola Testo ed emendamenti approvati dalla 6a Commissione nel corso dell'iter di conversione al D.L. 119/2018. L'articolato passa ora al vaglio della Camera per una seconda lettura.

Leggi dopo

Cessione licenza taxi: si presume a titolo oneroso in assenza di formalità scritta della donazione

27 Novembre 2018 | di La Redazione

Cass. civ.

Avviso di accertamento

Il tassista che dona la licenza al figlio deve farlo in forma scritta; altrimenti, l'Ufficio delle Entrate è legittimato a considerarla avvenuta a titolo oneroso. Lo spiega la Suprema Corte con l'ordinanza del 21 novembre 2018 n. 30029.

Leggi dopo

Rigetto del reclamo ex art. 630 c.p.c.: imposta di registro in misura fissa

26 Novembre 2018 | di La Redazione

Agenzia delle Entrate

Imposta di registro

La Risposta ad istanza di consulenza giuridica n. 2, diffusa nei giorni scorsi dalle Entrate, illustra la corretta tassazione - ai fini dell’imposta di registro - delle sentenze aventi ad oggetto il rigetto del reclamo ex art. 630 c.p.c. avverso le ordinanze con le quali il giudice dell’esecuzione immobiliare dichiara estinta la procedura esecutiva.

Leggi dopo

È corresponsabile il commercialista che aiuta il cliente a non pagare i contributi

22 Novembre 2018 | di La Redazione

Cass. civ.

Evasione fiscale

Se il commercialista accetta la proposta illecita della società cliente e si mette d'accordo con essa consigliandole di non pagare i contributi ai lavoratori, diventa responsabile dei danni provocati dal fallimento.

Leggi dopo

Pagine