Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

Il fallimento della società giustifica l'accertamento “sprint”

24 Aprile 2019 | di Sara Mecca

Cass. civ., sez. trib.

Verifiche fiscali

La dichiarazione di fallimento del contribuente sottoposto a verifica fiscale giustifica l'emissione dell'avviso di accertamento senza l'osservanza del termine dilatorio di sessanta giorni di cui all'art. 12, comma 7, dello Statuto del Contribuente. Ciò sia perché l'Erario ha urgenza di intervenire nella procedura concorsuale, senza che rilevi la possibilità di un'insinuazione tempestiva al passivo, poiché detto intervento può essere funzionale a proporre opposizioni volte a contestare le posizioni di altri creditori; sia perché il contribuente fallito perde la capacità di gestire il proprio patrimonio, sicché il predetto termine risulta incompatibile con l'attività del curatore.

Leggi dopo

“Negozi della crisi matrimoniale”: i benefici fiscali estesi agli atti dispositivi a favore di terzi estranei a nucleo familiare

18 Aprile 2019 | di Giuseppe Caracciolo

Cass. Civ., sez. trib.

Prima casa

In tema di agevolazioni "prima casa", il trasferimento dell'immobile prima del decorso del termine di cinque anni dall'acquisto, in esecuzione di quanto previsto da una delle condizione dell'accordo di separazione consensuale...

Leggi dopo

Impossibile l'accertamento/riscossione dei tributi locali da parte di una società “in house” se l’antecedente affidataria era già fallita

17 Aprile 2019 | di Jacopo Lorenzi

CTP Lucca

Riscossione coattiva

In caso di fallimento di una società in house affidataria del servizio di accertamento e riscossione dei tributi locali, il Comune non può, nei cinque anni successivi al fallimento, costituire nuove società partecipate che gestiscano il medesimo servizio della fallita e deve dismettere eventuali partecipazioni detenute in società che svolgano lo stesso servizio svolto dalla fallita.

Leggi dopo

La riscossione frazionata non si applica all'ICI/IMU

12 Aprile 2019 | di Marta Basile, Claudio Sciancalepore

Cass. civ., sez. trib

IMU

In tema di contenzioso tributario, la disposizione di cui all'art. 68, comma 1 del D.Lgs. n. 546/1992 riguardante la riscossione frazionata del tributo in pendenza del processo non si applica all'ICI, sicché è legittima l'emissione della cartella di pagamento per l'intero importo del tributo anche nel corso del giudizio d'impugnazione del relativo avviso di accertamento.

Leggi dopo

Cessione di calciatori professionisti: è deducibile se l'atto è a titolo oneroso

11 Aprile 2019 | di Aldo Natalini

IRES

In tema di imponibilità ai fini IRES ed IRAP, la cessione del contratto di un calciatore professionista, da una società sportiva all'altra, ex art. 5 della Legge n. 91/1981, avendo ad oggetto un bene immateriale strumentale all'esercizio dell'impresa...

Leggi dopo

Intrinseca natura ed effetti giuridici dell'atto presentato alla registrazione: valore in-terpretativo della novella e refluenze applicative

08 Aprile 2019 | di Davide Giovanni Pintus

CTR Emilia Romagna

Imposta di registro

L'applicazione dell'imposta di registro prescinde dal nomen iuris dato dalle parti all'atto, e chiede invece di verificare quale sia la reale causa concreta del negozio soggetto a tassazione, dovendosi applicare le imposte in base all'effetto pratico che è stato conseguito dall'atto stesso e non già in base alla qualificazione autonomamente data dalle parti, ciò anche a prescindere dall'intento elusivo.

Leggi dopo

Ritenute non versate dal sostituto e profili di responsabilità del sostituito

05 Aprile 2019 | di Giovambattista Palumbo

Cass. Civ.

Imposte dirette

In tema di sostituzione a titolo di acconto o "impropria" e, più in particolare, di sussistenza a carico del sostituito, in solido con il sostituto, dell'obbligo di corrispondere la ritenuta eseguita ma non versata dal sostituito all'erario, si registra nella giurisprudenza di legittimità un contrasto.

Leggi dopo

Iscrizione di ipoteca: l’atto impugnabile è la “comunicazione preventiva di ipoteca”

03 Aprile 2019 | di Ignazio Gennaro

CTP Palermo

Ipoteca

L'espressione “iscrizione di ipoteca sugli immobili” contenuta nell'art. 77 del d.P.R. n. 602/1973 va interpretata nel senso che l'oggetto naturale dell'impugnazione consentita da questa norma è la “comunicazione preventiva” che l'Agente della riscossione è tenuto a dare prima dell'iscrizione e non la “comunicazione di avvenuta iscrizione ipotecaria”.

Leggi dopo

Sui limiti della confiscabilità in via “diretta” del denaro depositato su conto corrente per reati tributari

01 Aprile 2019 | di Luigi Giordano

Cass. pen.

Omessa dichiarazione

In tema di reati tributari, e in particolare in relazione ai reati consistenti nell'omesso versamento delle imposte, le giacenze rinvenute sul conto corrente nella disponibilità dell'imputato nel momento del sequestro possono essere oggetto di confisca “diretta” ovvero possono essere sottoposte ad un provvedimento di confisca “per equivalente” o “di valore”?

Leggi dopo

Notifica, inesistente per posta privata

26 Marzo 2019 | di Enzo Di Giacomo

CTP Rieti

Comunicazioni e notificazioni

La notifica a mezzo posta del ricorso introduttivo del giudizio tributario è inesistente se eseguita mediante un servizio di posta privata.Tale notificazione non è suscettibile di sanatoria, atteso anche che la liberalizzazione dei servizi postali ha di fatto lasciato la competenza delle notificazioni a mezzo posta alla società Poste Italiane Spa (legge n. 124/2017), quale fornitore del servizio postale universale.

Leggi dopo

Pagine