Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

La S.C. sugli incerti “confini” del cd. giudicato implicito su questioni processuali

11 Gennaio 2019 | di Rosaria Giordano

Cass. civ., sez. trib.

Conciliazione giudiziale

La Corte di Cassazione può rilevare d’ufficio l’inammissibilità del ricorso di primo grado, sebbene nei gradi precedenti il ricorso sia stato deciso sul merito, non formandosi su tale questione giudicato implicito in difetto di impugnazione e potendo la stessa, di conseguenza, essere fatta valere direttamente quale motivo di ricorso per Cassazione.

Leggi dopo

Dalla CGUE: anche la Chiesa deve pagare l'ICI

09 Gennaio 2019 | di Gabriele Scuffi

Corte di Giustizia UE, Grande Sezione

IMU

Le carenze organizzative o tecniche di uno Stato non lo esimono dal recupero delle somme illegittimamente erogate a titolo di aiuti di Stato.

Leggi dopo

Reato di dichiarazione fraudolenta attraverso operazioni inesistenti: la Cassazione utilizza una nozione ampia di fattura

04 Gennaio 2019 | di Francesco Brandi

Cass. pen., sez. III

Dichiarazione fraudolenta

Ai fini della sussistenza del reato di dichiarazione fraudolenta di cui all' art. 2 del D.Lgs. n. 74/2000, per fatture o altri documenti per operazioni inesistenti devono intendersi quelli che, a prescindere dal nomen, hanno l'attitudine, in base alle norme dell'ordinamento tributario, a fornire la prova delle operazioni in essi documentati.

Leggi dopo

Deduzione degli ammortamenti: le Entrate non possono notificare l’avviso di accertamento “sine die”

27 Dicembre 2018 | di Fabio Gallio

Cass. civ., sez. trib.

Ammortamento

La Corte di Cassazione ha sancito che la decadenza dal potere di accertamento dell'Agenzia delle Entrate, nel disconoscimento delle quote di ammortamento, deve intendersi riferita all'anno in cui il costo del bene ammortizzato è stato sostenuto e l'ammortamento è stato iscritto a bilancio.

Leggi dopo

Parcheggi comunali pluripiano coperti e “aree blu” di sosta urbane: no alla TARSU per la società di gestione

19 Dicembre 2018 | di Ignazio Gennaro

CTP Palermo

Tari

La Società privata concessionaria del servizio di gestione dei parcheggi comunali pluripiano coperti e delle “aree blu” di sosta urbana non è tenuta al pagamento della TARSU sulle relative superfici.

Leggi dopo

Commercio elettronico e profili fiscali delle vendite su aste elettroniche

18 Dicembre 2018 | di Giovambattista Palumbo

Cas. Civ., sez. trib.

Verifiche fiscali

Al fine della contestazione dello svolgimento di attività imprenditoriale di e-commerce su piattaforma e-bay, rappresenta idonea motivazione l'elenco delle operazioni allegato al Pvc e riprodotto in uno schema redatto dalla Guardia di Finanza, con il dettaglio di ciascuna di esse, dovendosi confermare il principio secondo cui, in tema di motivazione "per relationem", l'art. 7, comma 1, dello Statuto del contribuente, nel prevedere che debba essere allegato all'atto dell'amministrazione finanziaria ogni documento da esso richiamato in motivazione, si riferisce esclusivamente agli atti di cui il contribuente non abbia già integrale e legale conoscenza.

Leggi dopo

L'ordinanza di cancellazione della causa dal ruolo. La natura giuridica

12 Dicembre 2018 | di Daniela Mendola

Cass. civ., sez. VI

Giudizio di appello

L'ordinanza di cancellazione della causa dal ruolo è suscettibile di impugnazione, atteso il suo carattere decisorio e non meramente ordinatorio.

Leggi dopo

Il Fisco può contestare correttezza e veridicità del bilancio anche senza querela di falso

06 Dicembre 2018 | di Francesco Spina

Cass. civ, sez. trib.

Bilancio d’esercizio

Ritenuto che il bilancio di una società non fa fede fino a querela di falso, è consentito all'Ente Impositore contestarne la correttezza e veridicità, senza che ne sia previamente accertata la falsità in sede penale o civile, tramite il procedimento della querela di falso di cui agli artt. 221 ss. c.p.c..

Leggi dopo

Accertamento, notizia anonima non equivale ad indizio

04 Dicembre 2018 | di Enzo Di Giacomo

Cass. civ., sez. trib.

Avviso di accertamento

In caso di accesso domiciliare autorizzato dell’Autorità Giudiziaria, il giudice tributario deve verificare che il relativo provvedimento sia motivato e che faccia riferimento ad elementi riconosciuti come indizi. L’obbligo di motivazione del provvedimento di autorizzazione all’accesso domiciliare risulta assolto solo se sono indicate la nota e l’autorità richiedente nonché la specificazione dei gravi indizi di violazione della legge fiscale.

Leggi dopo

Associazione non riconosciuta e debiti tributari: quando ne risponde (solidalmente) il legale rappresentante

29 Novembre 2018 | di Aldo Natalini

Cass. civ., sez. trib.

Enti no profit

La responsabilità personale e solidale del legale rappresentante per i debiti tributari di un'associazione non riconosciuta si ricollega non solo all'effettività dell'ingerenza esercitata nell'attività gestoria dell'ente, ma anche al corretto adempimento degli obblighi tributari sul medesimo incombenti, dovendosi in concreto accertare se il rappresentante, pur non essendosi ingerito nell'attività negoziale del sodalizio, abbia adempiuto agli obblighi tributari, solo in tal caso potendo andare immune da corresponsabilità.

Leggi dopo

Pagine