Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

ICI, agevolazione per la “dimora abituale”: spetta anche se non coincide con la “residenza anagrafica”

15 Marzo 2017 | di Ignazio Gennaro

CTP Palermo

IMU

In materia di ICI l'agevolazione prevista dall'art. 8 del D.Lgs. n. 504/1992 per l'immobile adibito a “dimora abituale” va concessa anche nel caso in cui tale unità immobiliare sia diversa da quella di “residenza anagrafica” del contribuente. La dichiarazione fatta dal contribuente ai sensi dell'art. 11 del D.Lgs. n. 504/1992, infatti, costituisce una manifestazione di scienza liberamente modificabile in qualunque momento, anche in sede processuale.

Leggi dopo

Indicazione costi Black List incompleta: violazione meramente formale

08 Marzo 2017 | di Fabio Pari

CTP Rimini

Black list

L'incompleta separata indicazione in UNICO dei costi Black List costituisce, a certe condizioni, una violazione meramente formale. Questo quanto si evince dall'analisi effettuata dalla Commissione provinciale di Rimini.

Leggi dopo

Saldo negativo di cassa e accertamento induttivo

06 Marzo 2017 | di Francesco Brandi

Cass. civ.

Accertamento induttivo

In tema di accertamento induttivo del reddito d'impresa, la sussistenza di un saldo negativo di cassa, oltre a costituire un'anomalia contabile, fa presumere l'esistenza di ricavi non dichiarati in misura almeno pari al disavanzo.

Leggi dopo

Corrispettivo da vendita di partecipazioni: possibile la rettifica ai fini delle imposte dirette

01 Marzo 2017 | di Fabio Gallio

Cass. civ.,

Plusvalenze

Se il corrispettivo relativo ad una vendita di partecipazioni è di gran lunga inferiore rispetto al valore normale, per l'Agenzia delle Entrate è possibile rettificare il prezzo e rideterminare la plusvalenza tassabile ai fini delle imposte dirette.

Leggi dopo

Delega alla sottoscrizione: se contestata, deve essere prodotta in giudizio per il vaglio

24 Febbraio 2017 | di Antonio Scalera

Cass. civ.,

Avviso di accertamento

Con la sentenza in rassegna, la Corte di Cassazione ha ribadito il proprio orientamento, ormai consolidato, secondo cui la delega alla sottoscrizione, ove contestata, deve essere prodotta in giudizio al fine di consentire un vaglio giudiziale sulla stessa. L'onere della produzione grava ovviamente sull'Ufficio, al quale spetta dimostrare se effettivamente vi sia stato il legittimo esercizio di una delega preventivamente concessa.

Leggi dopo

Tassazione delle vincite al casinò: normativa italiana e principi UE a confronto

22 Febbraio 2017 | di Stefano Guarino , Davide Attilio Rossetti

CTR Campania

Affrancamento dei redditi diversi di natura finanziaria

È illegittima, per violazione dei principi di uguaglianza e di non discriminazione, la tassazione progressiva delle vincite da giochi d'azzardo realizzate in case da gioco situate in altri Stati membri dell'Ue.

Leggi dopo

Attività "istituzionali" e "commerciali" degli enti no profit

16 Febbraio 2017 | di Maurizio Mottola

Cass. civ.

Enti no profit

La Cassazione Civile, Sezione Tributaria, ha più volte enunciato il principio in base al quale gli enti non commerciali di tipo associativo possono godere delle agevolazioni fiscali previste dalle norme vigenti in materia IVA e di imposte sul reddito se, oltre a rispettare i requisiti formali prescritti dalla legge, si impegnano a svolgere concretamente le attività istituzionali previste dalle clausole statutarie adottate e a fornirne sufficiente dimostrazione.

Leggi dopo

Altra tappa nella vicenda Taricco: gli atti tornano alla Corte di giustizia Ue

15 Febbraio 2017 | di Maria Hilda Schettino

Corte cost.

Prescrizione

Nell'ordinamento giuridico italiano, la prescrizione è un istituto di natura sostanziale e il suo regime legale è soggetto al principio di legalità in materia penale, espresso dall'art. 25, comma 2, Cost. Pertanto, è necessario che essa sia analiticamente descritta da una norma vigente al tempo di commissione del fatto, al pari del reato e della pena, essendo un istituto che incide sulla punibilità della persona.

Leggi dopo

Imputazione dei corrispettivi di servizi ad annualità diversa: la presunzione legale può essere “superata”

14 Febbraio 2017 | di Ignazio Gennaro

Cass. civ., sez. trib.

Plusvalenze

La presunzione legale di imputazione dei corrispettivi per prestazioni di servizi all'esercizio di competenza in cui le relative prestazioni sono state eseguite, prevista dall'art. 75 del d.P.R. n. 917/1986 (divenuto art. 109 nella riformulazione del D.Lgs. n. 344/2003), può essere superata nell'ipotesi in cui non sia ancora certa l‘esistenza o oggettivamente determinabile l'ammontare dei corrispettivi al momento della redazione e presentazione della dichiarazione.

Leggi dopo

La Corte Ue “salva” il pro-rata IVA

10 Febbraio 2017 | di Stefano Mazzocchi

CGUe

IVA

Il regime del pro-rata, previsto dal d.P.R. n. 633/1972, è legittimo e non contrasta con l'ordinamento tributario dell'Unione europea. A tal fine non rileva la circostanza che, trattandosi di un criterio di tipo forfettario, dalla sua applicazione per determinare l'IVA detraibile possa derivarne talvolta uno svantaggio in capo al contribuente.

Leggi dopo

Pagine