Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

Sottrazione fraudolenta al pagamento di imposte: integra il reato anche il trasferimento all'estero di fondi

08 Maggio 2020 | di Luigi Giordano

Cass. pen.,

Evasione fiscale

Il reato di sottrazione fraudolenta al pagamento di imposte, previsto dall'art. 11 d.lgs. 10 marzo 2000, n. 74, è configurabile anche quando l'attività fraudolenta, finalizzata a sottrarre al pagamento debiti tributari relativi alle imposte sui redditi o sul valore aggiunto ovvero ad interessi o sanzioni relativi a dette imposte...

Leggi dopo

In caso di risoluzione del contratto, la società di leasing deve pagare l’IMU, anche se l’utilizzatore non riconsegna il bene

30 Aprile 2020 | di Antonio Scalera

Cass. Civ., Sez. Trib.

IMU

Con la risoluzione del contratto di leasing, la soggettività passiva ai fini dell’IMU si determina in capo alla società di leasing, anche se essa non ha ancora acquisito la materiale disponibilità del bene per mancata riconsegna da parte dell'utilizzatore.

Leggi dopo

TARSU E TARI: bed & breakfast e alberghi accomunati dalla stessa tariffa

28 Aprile 2020 | di Giuseppe Durante

Cass. Civ, sez. trib.

Tari

Rientra nel potere impositivo dei Comuni determinare la tariffa della TARSU relativa ad un immobile, non prendendo in considerazione la sua destinazione d'uso bensì l'attività economica o professionale effettivamente esercitata al suo interno.

Leggi dopo

Reati tributari: ammesso il sequestro dell'abitazione a titolo principale del contribuente infedele

21 Aprile 2020 | di Ciro Santoriello

Cass. pen.

Prima casa

Il limite alla pignorabilità fissato dal comma 1, lettera a), dell'art. 76 d.P.R. n. 602 del 1973 si riferisce solo alle espropriazioni da parte del Fisco e non a quelle promosse da altre categorie di creditori ed inoltre non riguarda la "prima casa", ma "l'unico immobile di proprietà del debitore

Leggi dopo

Sul riparto dell'onere probatorio in materia di contributi consortili

16 Aprile 2020 | di Rosaria Giordano

Cass. civ., sez. trib.

Consorzi e società consortili

In tema di contributi consortili, quando la cartella esattoriale emessa per la loro riscossione sia motivata facendo riferimento ad un piano di classifica approvato dalla competente autorità regionale, il contribuente, anche in assenza di contestazione di tale piano in sede di impugnazione della cartella o di sua mancata impugnazione innanzi al giudice amministrativo, è sempre ammesso a contestare in giudizio la sussistenza del beneficio fondiario o i criteri con cui il Consorzio...

Leggi dopo

La questione della natura delle Sezioni staccate delle Commissioni Tributarie Regionali

14 Aprile 2020 | di Mario Cavallaro

Consiglio di Stato

Giurisdizione e competenza

Il rapporto tra sede e sezione staccata non è di vera e propria competenza e lo spostamento, con criteri oggettivi, di una generalità di fascicoli dalla sezione staccata alla sede o viceversa non determina alcuna lesione al principio del giudice naturale previsto dall'art. 25 Cost...

Leggi dopo

Società estinte: è il creditore a dover provare che l'ex socio abbia percepito utilità a seguito della liquidazione

10 Aprile 2020 | di Jacopo Lorenzi

Cass. Civ.

Società di capitali

In tema di effetti della cancellazione di società di capitali dal registro delle imprese, nei confronti dei creditori sociali insoddisfatti, ferma comunque la legittimazione dei soci in quanto successori della società estinta, dei cui debiti essi rispondono secondo lo statuto della propria responsabilità...

Leggi dopo

La sostanza prevale sulla forma: spetta anche in caso di mancato assolvimento degli oneri formali

08 Aprile 2020 | di Ignazio Gennaro

CTP Palermo

IVA

Il diritto alla detrazione Iva non può essere negato qualora il contribuente, anche in assenza di dichiarazione annuale per il periodo di maturazione, dimostri che si sia trattato di acquisti fatti da un soggetto passivo d'imposta assoggettato ad Iva e finalizzati ad operazioni imponibili.

Leggi dopo

L'abrogazione di una norma di interpretazione autentica non ha effetto retroattivo

06 Aprile 2020 | di Nicola Mario Condemi

Corte cost.,

Statuto del contribuente

È infondata la questione di legittimità costituzionale dell'art. 10, commi 6 e 7, D.L. n. 113/2016, sollevata, in riferimento agli artt. 3 e 53 Cost., dalla CTP Roma: i due commi, rispettivamente abrogando la norma, entrata in vigore dal 15 agosto 2015, che interpretava la disposizione concernente la soggettività passiva della tassa automobilistica, individuandola esclusivamente in capo all'utilizzatore del veicolo concesso in locazione finanziaria, e introducendo contestualmente analoga previsione...

Leggi dopo

Operazioni soggettivamente inesistenti: legittimo il recupero dell’Iva anche in caso di ricettazione

02 Aprile 2020 | di Francesco Brandi

Cass. civ.

IVA

In tema di operazioni soggettivamente inesistenti, l’amministrazione finanziaria può negare la detrazione Iva anche se il contribuente è accusato di ricettazione, ovvero di un reato non rientrante nel novero di quelli tributari.

Leggi dopo

Pagine