Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata su Sanzioni

Non è necessario adempiere integralmente il debito tributario per patteggiare

21 Settembre 2018 | di Gabriele Minniti

Cass. pen.

Sanzioni

L'intervenuto pagamento integrale del debito tributario, delle sanzioni e degli interessi, nonché il ravvedimento operoso, costituiscono condizioni per l'applicazione della pena ex art. 444 c.p.p. per tutti i delitti tributari contemplati nel D.Lgs. n. 74/2000, oppure sussistono delle eccezioni?

Leggi dopo

Proporzionalità delle sanzioni tributarie e principio di colpevolezza

14 Giugno 2018 | di Giovambattista Palumbo

CTP Firenze

Sanzioni

La condotta, per essere sanzionabile, deve essere rivelatrice di una volontà di occultare l'imposta, ovvero tesa al pagamento del dovuto secondo arbitrio o mera convenienza personale e non in ragione di differenti interpretazioni della disciplina di riferimento.

Leggi dopo

Il ne bis in idem al vaglio della CGUE: quando la normativa nazionale può limitare il principio unionale

25 Maggio 2018 | di Stefano Loconte

CGUE, Grande Sezione

Sanzioni

La normativa nazionale che permette di celebrare un procedimento volto ad irrogare una sanzione amministrativa pecuniaria avente natura “penale” o di avviare procedimenti penali viola il principio del ne bis in idem quando nei confronti della medesima persona o sia già stata pronunciata una sentenza penale definitiva o sia stata irrogata una sanzione amministrativa avente natura penale, avente ad oggetto i medesimi fatti, nei limiti in cui siffatta normativa sia idonea a reprimere il reato in maniera efficace proporzionata e dissuasiva.

Leggi dopo

Illeciti tributari e divieto di bis in idem convenzionale: tra Corte EDU e Corte di Giustizia

12 Aprile 2018 | di Andrea Nocera

Cass. pen., sez. III

Sanzioni

In tema di illecito tributario non viola il principio del ne bis in idem di cui all'art. 4 del Protocollo n. 7 della CEDU, come interpretato dalla sentenza della Corte EDU, e di cui all'art. 50 del TFUE, la condanna penale per reati tributari che segua l'irrogazione di una sanzione amministrativa per violazioni di analoga natura con provvedimento definitivo, se in concreto si è verificato uno sviluppo parallelo e la connessione temporale tra il procedimento penale e quello amministrativo, non trovando applicazione in tali casi la disciplina prevista dall'art. 649 c.p.p.

Leggi dopo

Non basta il modello 770 per rispondere di omesso versamento delle ritenute certificate

06 Marzo 2018 | di Gabriele Minniti

Cass. pen.

Sanzioni

La valenza indiziaria della sola presentazione del modello 770, ai fini della prova del rilascio delle certificazioni, non solo non è sorretta da alcuna massima di esperienza e dall'id quod plerumque accidit, ma è anche implicitamente, e indiscutibilmente, esclusa dal legislatore, che altrimenti avrebbe molto più semplicemente punito con la sanzione penale l'omesso versamento di ritenute risultanti dal modello 770.

Leggi dopo

Rimedi oppositivi per omessa notifica del verbale di accertamento di violazione del codice della strada

18 Ottobre 2017 | di Andrea Nocera

Cass. civ., sez. un.

Sanzioni

L'opposizione alla cartella di pagamento, emessa ai fini della riscossione di una sanzione amministrativa pecuniaria comminata per violazione del codice della strada, va proposta qualora la parte deduca che essa costituisce il primo atto con il quale è venuta a conoscenza della sanzione irrogata in ragione della nullità o dell'omissione della notificazione del processo verbale di accertamento.

Leggi dopo

Doppio binario sanzionatorio legittimo se viene superato il test della c.d. “sufficiente connessione”

25 Luglio 2017 | di Stefano Loconte, Claudia Nouvion

Corte EDU, sez. I, 18 maggio 2017, n. 22007/11

Sanzioni

Sebbene l'art. 4, Prot. 7 CEDU non neghi a priori la possibilità di esperire parallelamente procedure penali e amministrative con riguardo ad un medesimo fatto illecito, le stesse devono essere sufficientemente interconnesse sotto il profilo sia temporale che sostanziale, al fine di garantire la compatibilità del doppio binario sanzionatorio con il diritto al ne bis in idem.

Leggi dopo

Ne bis in idem, la Corte Ue “salva” il doppio binario sanzionatorio

01 Giugno 2017 | di Stefano Mazzocchi

CGUE

Sanzioni

È legittima la norma che consente di avviare un procedimento penale per omesso versamento dell'IVA dopo l'irrogazione di una sanzione tributaria definitiva per i medesimi fatti, qualora tale sanzione sia stata inflitta a una società dotata di personalità giuridica, mentre i procedimenti penali sono stati avviati contro una persona fisica.

Leggi dopo

Esimente della “forza maggiore”: il mancato incasso di crediti non costituisce “vis maior”

26 Maggio 2017 | di Ignazio Gennaro

CTP Caltanissetta

Sanzioni

In tema di sanzioni per omesso pagamento di imposte, l’art. 6 comma 5) del D.Lgs. n. 472/1997 prevede in favore del Contribuente una “esimente” consistente nell’aver “commesso il fatto per forza maggiore”.

Leggi dopo

La buona fede non basta per disapplicare le sanzioni tributarie

14 Aprile 2017 | di Francesco Brandi

Cass. civ., sez. trib.

Sanzioni

Le sanzioni tributarie non possono non essere applicate a causa della buona fede. La CTR ha quindi errato nel ritenere che non era intenzione del contribuente evadere le imposte. La soggettiva assenza di colpa non può che essere irrilevante non potendosi far dipendere la "disapplicazione" delle sanzioni da una personale difficoltà di interpretazione delle norme.

Leggi dopo

Pagine