Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata su Imposta di registro

Imposta di registro dovuta nella ricognizione di debito: nuove indicazioni dalla Cassazione

05 Settembre 2018 | di Stefano Pasetto

Cass. civ., sez. trib.

Imposta di registro

Il contributo, prendendo spunto dall'ordinanza della Suprema Corte di Cassazione n. 481/2018, approfondisce i motivi per i quali a un atto di ricognizione di debito ex art. 1988 c.c. debba soggiacere sempre a imposta di registro in "misura fissa" e non, come sovente preteso dall'Agenzia delle Entrate (anche sulla scorta di pronunce di legittimità più risalenti a quella in commento), in "misura proporzionale".

Leggi dopo

Contraddittorio preventivo in materia di imposta di registro pre e post Legge di bilancio 2018

04 Giugno 2018 | di Rebecca Amato

Cass. civ.

Imposta di registro

In materia di imposta di registro, nell'ipotesi di riqualificazione giuridica di atti negoziali tra loro collegati ex articolo 20 del d.P.R. n. 131/1986, il contraddittorio preventivo è obbligatorio, tanto a seguito della modifica introdotta al predetto articolo 20 con la Legge di Bilancio 2018 (L. n. 205, del 27 dicembre 2017, articolo 1, comma 87, lett. a, in vigore dal 1 gennaio 2018).

Leggi dopo

Trasferimento di immobili in piani urbanistici particolareggiati: l'agevolazione non decade con il venir meno dell'edificabilità

21 Marzo 2018 | di Francesco Brandi

Cass. civ.

Imposta di registro

In tema di agevolazioni tributarie, il beneficio di assoggettamento all'imposta di registro nella misura dell'1% ed alle imposte ipotecarie e catastali in misura fissa per i trasferimenti di immobili situati in aree soggette a piani urbanistici particolareggiati, comunque denominati, si applica a condizione che l'utilizzazione edificatoria avvenga entro 5 anni dall'acquisto.

Leggi dopo

Scrittura privata di trasferimento immobiliare: opponibile al fisco quando acquisisce data certa

08 Maggio 2017 | di Pier Paolo Muià

Cass. civ., sez. trib., 24 marzo 2017, n. 7621

Imposta di registro

In tema di imposta di registro, nella valutazione dei beni trasferiti con scrittura privata non autenticata, deve farsi riferimento al momento in cui la scrittura privata ha acquistato data certa ai sensi dell'art. 2704 c.c., quindi alla data della sua registrazione e non a quella della sua sottoscrizione.

Leggi dopo

Imposta di registro e atto di mutuo dissenso: per i giudici di merito non rileva la specialità del diritto tributario

04 Ottobre 2015 | di Mauro Tortorelli

CTP Matera, sez. I

Imposta di registro

L’atto di mutuo dissenso di una compravendita non produce né effetti traslativi della proprietà né comporta una retrocessione dell’originario contratto, limitandosi a ripristinare i diritti delle parti oggetti del primo contratto che, per l’effetto, deve considerarsi mai concluso.

Leggi dopo