Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata su Tari

TARSU E TARI: bed & breakfast e alberghi accomunati dalla stessa tariffa

28 Aprile 2020 | di Giuseppe Durante

Cass. Civ, sez. trib.

Tari

Rientra nel potere impositivo dei Comuni determinare la tariffa della TARSU relativa ad un immobile, non prendendo in considerazione la sua destinazione d'uso bensì l'attività economica o professionale effettivamente esercitata al suo interno.

Leggi dopo

TARSU/TIA: per la categoria dei Geometri non è consentito assistere in giudizio i contribuenti

02 Dicembre 2019 | di Ignazio Gennaro

CTR Sicilia, Palermo

Tari

In tema di TARSU/TIA ai Geometri non è consentita l'assistenza tecnica dei Contribuenti in giudizio. L'art. 12 del D.lgs. n. 546/1992 nel regolamentare la difesa tecnica nei giudizi dinanzi alle Commissioni Tributarie, infatti, abilita i Geometri, quali difensori dei contribuenti, soltanto per le materie concernenti l'estensione, il classamento dei terreni, la ripartizione dell'estimo, la consistenza e l'attribuzione della rendita catastale. Ai fini della esenzione dal pagamento del tributo in questione non costituiscono elementi idonei l'assenza di arredi nell'abitazione e lo status di studente del contribuente.

Leggi dopo

Parcheggi comunali pluripiano coperti e “aree blu” di sosta urbane: no alla TARSU per la società di gestione

19 Dicembre 2018 | di Ignazio Gennaro

CTP Palermo

Tari

La Società privata concessionaria del servizio di gestione dei parcheggi comunali pluripiano coperti e delle “aree blu” di sosta urbana non è tenuta al pagamento della TARSU sulle relative superfici.

Leggi dopo

TARSU: riduzione del 40% della tariffa nel caso di “emergenza rifiuti”

31 Ottobre 2017 | di Rebecca Amato

Cass. civ., sez. trib.

Tari

Il contribuente che subisce gravi e protratte disfunzioni nel servizio di raccolta rifiuti non derivanti da imprevedibili impedimenti organizzativi ha diritto ad una riduzione tariffaria della TARSU; nella specie la tassa è dovuta in misura non superiore al 40% della tariffa, dunque con una riduzione non superiore al 60%, tanto in applicazione del disposto di cui all’art. 59 del D.Lgs. n. 507/1993.

Leggi dopo