Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

La cessione di singoli beni aziendali, se collegati all'impresa, configura cessione d'azienda

15 Novembre 2017 | di Debora Mirarchi

Cass. civ.

Cessione d'azienda

Ai fini della configurabilità di una cessione d'azienda, soggetta a imposta di registro, assume rilevanza l'elemento funzionale, ossia il legame fra il singolo elemento aziendale, oggetto di cessione, e l'impresa.

Leggi dopo

Agevolazioni “prima casa”: la decadenza non si applica agli accordi di separazione

10 Novembre 2017 | di Antonio Scalera

Cass. Civ.

Prima casa

In caso di mancato trasferimento della residenza nell'immobile adibito a prima casa nel termine di 18 mesi dalla data del rogito, la decadenza dai benefici fiscali non opera se, nel frattempo, la quota del marito su detto immobile è stata trasferita alla moglie nell'ambito degli accordi di separazione.

Leggi dopo

I limiti delle disposizioni antiabuso in tema di esenzione sui dividendi madre/figlia

09 Novembre 2017 | di Giovambattista Palumbo

CGUE

Società controllate e collegate

Il potere conferito agli Stati membri dalla direttiva sulle società madri e figlie, di applicare disposizioni nazionali o convenzionali al fine di evitare le frodi e gli abusi consente unicamente l'applicazione di previsioni «necessarie» a tal fine, laddove, affinché una normativa nazionale venga considerata come diretta ad evitare le frodi e gli abusi, il suo scopo specifico dev'essere quello di ostacolare comportamenti consistenti nel creare costruzioni puramente artificiose, prive di effettività economica e finalizzate a fruire indebitamente di un'agevolazione fiscale.

Leggi dopo

La gravità della frode IVA ai fini della disapplicazione del limite massimo della prescrizione

07 Novembre 2017 | di Corrado Sanvito

Cass. pen.,

Omessa dichiarazione

L'articolo 133 c.p. è il più attendibile parametro oggettivo per la determinazione della gravità della frode IVA posta a fondamento della disapplicazione della prescrizione prevista dagli artt. 160 e 161 c.p. La disapplicazione comunque non opera quanto a fatti già prescritti alla data di pubblicazione della nota sentenza Taricco.

Leggi dopo

Verifica temporale per l'omesso versamento delle ritenute previdenziali: la Cassazione supera le indicazioni del MinLav

06 Novembre 2017 | di Domenico Pignoloni

Cass. pen.,

Regimi contabili e fiscali

Con la pronuncia in esame, disattendendo le indicazioni precedentemente fornite dal Ministero del Lavoro con la Nota n. 9099 del 03 maggio 2016 quanto alla modalità di determinazione della soglia di punibilità per il mancato versamento delle trattenute previdenziali, la Corte di Cassazione ha confermato il proprio orientamento, già espresso con la sentenza n. 22140/2017, secondo il quale, per determinare la soglia dei 10.000,00 Euro che rendono punibile il mancato versamento de quo nel periodo annuale di riferimento, occorre adottare il principio di competenza e non quello di cassa.

Leggi dopo

TARSU: riduzione del 40% della tariffa nel caso di “emergenza rifiuti”

31 Ottobre 2017 | di Rebecca Amato

Cass. civ., sez. trib.

Tari

Il contribuente che subisce gravi e protratte disfunzioni nel servizio di raccolta rifiuti non derivanti da imprevedibili impedimenti organizzativi ha diritto ad una riduzione tariffaria della TARSU; nella specie la tassa è dovuta in misura non superiore al 40% della tariffa, dunque con una riduzione non superiore al 60%, tanto in applicazione del disposto di cui all’art. 59 del D.Lgs. n. 507/1993.

Leggi dopo

Prelevamenti bancari non giustificati: per i professionisti non vige la presunzione legale

30 Ottobre 2017 | di Matteo Pillon Storti

Cass. civ., sez. trib.

IRPEF

Riguardo l’attività di accertamento fiscale e, in particolare, la presunzione legale disposta dall’art. 32 del d.P.R. n. 600/1973, relativa ai versamenti effettuati su c/c bancari intestati a professionisti o lavoratori autonomi permane l’obbligo, da parte di quest’ultimo di provare in modo analitico l’estraneità dei versamenti suddetti alla formazione del proprio reddito imponibile.

Leggi dopo

È aiuto di Stato il credito d'imposta per incremento occupazionale in aree disagiate

25 Ottobre 2017 | di Francesco Spina

Cass. civ., sez. trib.

Aiuti di Stato

L'incentivo accordato per l'incremento occupazionale ha, senza alcun dubbio, significativi riflessi sul bilancio dell'impresa e, quindi...

Leggi dopo

I presupposti di sindacabilità delle scelte imprenditoriali in caso di antieconomicità

23 Ottobre 2017 | di Giovambattista Palumbo

Cass. civ., 15 settembre 2017, n. 21405

Società di capitali

Se rientra nei poteri dell'Amministrazione finanziaria la valutazione di congruità dei costi e dei ricavi esposti nel bilancio e nelle dichiarazioni e la rettifica di queste ultime, anche se non ricorrano irregolarità nella tenuta delle scritture contabili, o vizi degli atti giuridici compiuti nell'esercizio d'impresa, un siffatto sindacato non sembra possa spingersi sino alla verifica oggettiva circa la necessità, o quantomeno circa la opportunità di tali costi rispetto all'oggetto dell'attività.

Leggi dopo

Rimedi oppositivi per omessa notifica del verbale di accertamento di violazione del codice della strada

18 Ottobre 2017 | di Andrea Nocera

Cass. civ., sez. un.

Sanzioni

L'opposizione alla cartella di pagamento, emessa ai fini della riscossione di una sanzione amministrativa pecuniaria comminata per violazione del codice della strada, va proposta qualora la parte deduca che essa costituisce il primo atto con il quale è venuta a conoscenza della sanzione irrogata in ragione della nullità o dell'omissione della notificazione del processo verbale di accertamento.

Leggi dopo

Pagine