Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

Valida l'istanza d'accertamento con adesione spedita con raccomandata senza ricevuta di ritorno

27 Marzo 2017 | di Cristiano Gobbi

Cass. civ.

Avviso di accertamento

È valida l'istanza di accertamento con adesione ex art. 6 D.Lgs. n. 218/1997 spedita all'Ufficio con raccomandata senza ricevuta di ritorno ed in busta chiusa, purché sia rispettato il termine di sessanta giorni dalla notifica dell'atto impositivo.

Leggi dopo

La determinazione del valore normale deve basarsi su operazioni similari

22 Marzo 2017 | di Fabio Gallio, Mario De Bellis

CTP Milano

Transazione fiscale

Nel caso in cui venga contestato ad una società la deduzione di maggiori costi sostenuti nei confronti di alcune società del gruppo residenti all'estero e si invochi la normativa sui prezzi di trasferimento (c.d. transfer pricing), l'analisi effettuata dall'Agenzia delle Entrate, per rettificare i prezzi, si deve basare su elementi comparabili, in quanto, in caso contrario, le relative contestazioni devono essere dichiarate illegittime.

Leggi dopo

Conciliazione giudiziale: il carattere novativo riverbera i suoi effetti anche sull'istanza di misure cautelari

17 Marzo 2017 | di Luisella Ventura

Cass. civ.

Conciliazione giudiziale

Con la sentenza in commento i Supremi Giudici della sezione tributaria hanno confermato l'orientamento che riconosce alla conciliazione giudiziale natura novativa e non quella di atto a formazione progressiva e procedimentalizzata. Di seguito l'Autrice chiarisce la disciplina (riformulata dall'art. 9, comma 1 lett. s), t) del D.Lgs. n. 156/2015) oltre ad approfondire alcuni punti di rilievo della sentenza in commento.

Leggi dopo

ICI, agevolazione per la “dimora abituale”: spetta anche se non coincide con la “residenza anagrafica”

15 Marzo 2017 | di Ignazio Gennaro

CTP Palermo

IMU

In materia di ICI l'agevolazione prevista dall'art. 8 del D.Lgs. n. 504/1992 per l'immobile adibito a “dimora abituale” va concessa anche nel caso in cui tale unità immobiliare sia diversa da quella di “residenza anagrafica” del contribuente. La dichiarazione fatta dal contribuente ai sensi dell'art. 11 del D.Lgs. n. 504/1992, infatti, costituisce una manifestazione di scienza liberamente modificabile in qualunque momento, anche in sede processuale.

Leggi dopo

Indicazione costi Black List incompleta: violazione meramente formale

08 Marzo 2017 | di Fabio Pari

CTP Rimini

Black list

L'incompleta separata indicazione in UNICO dei costi Black List costituisce, a certe condizioni, una violazione meramente formale. Questo quanto si evince dall'analisi effettuata dalla Commissione provinciale di Rimini.

Leggi dopo

Saldo negativo di cassa e accertamento induttivo

06 Marzo 2017 | di Francesco Brandi

Cass. civ.

Accertamento induttivo

In tema di accertamento induttivo del reddito d'impresa, la sussistenza di un saldo negativo di cassa, oltre a costituire un'anomalia contabile, fa presumere l'esistenza di ricavi non dichiarati in misura almeno pari al disavanzo.

Leggi dopo

Corrispettivo da vendita di partecipazioni: possibile la rettifica ai fini delle imposte dirette

01 Marzo 2017 | di Fabio Gallio

Cass. civ.,

Plusvalenze

Se il corrispettivo relativo ad una vendita di partecipazioni è di gran lunga inferiore rispetto al valore normale, per l'Agenzia delle Entrate è possibile rettificare il prezzo e rideterminare la plusvalenza tassabile ai fini delle imposte dirette.

Leggi dopo

Delega alla sottoscrizione: se contestata, deve essere prodotta in giudizio per il vaglio

24 Febbraio 2017 | di Antonio Scalera

Cass. civ.,

Avviso di accertamento

Con la sentenza in rassegna, la Corte di Cassazione ha ribadito il proprio orientamento, ormai consolidato, secondo cui la delega alla sottoscrizione, ove contestata, deve essere prodotta in giudizio al fine di consentire un vaglio giudiziale sulla stessa. L'onere della produzione grava ovviamente sull'Ufficio, al quale spetta dimostrare se effettivamente vi sia stato il legittimo esercizio di una delega preventivamente concessa.

Leggi dopo

Tassazione delle vincite al casinò: normativa italiana e principi UE a confronto

22 Febbraio 2017 | di Stefano Guarino , Davide Attilio Rossetti

CTR Campania

Affrancamento dei redditi diversi di natura finanziaria

È illegittima, per violazione dei principi di uguaglianza e di non discriminazione, la tassazione progressiva delle vincite da giochi d'azzardo realizzate in case da gioco situate in altri Stati membri dell'Ue.

Leggi dopo

Attività "istituzionali" e "commerciali" degli enti no profit

16 Febbraio 2017 | di Maurizio Mottola

Cass. civ.

Enti no profit

La Cassazione Civile, Sezione Tributaria, ha più volte enunciato il principio in base al quale gli enti non commerciali di tipo associativo possono godere delle agevolazioni fiscali previste dalle norme vigenti in materia IVA e di imposte sul reddito se, oltre a rispettare i requisiti formali prescritti dalla legge, si impegnano a svolgere concretamente le attività istituzionali previste dalle clausole statutarie adottate e a fornirne sufficiente dimostrazione.

Leggi dopo

Pagine