Focus

Focus

Flat tax: regime forfettario e novità contenute nella Legge di Bilancio 2020

03 Gennaio 2020 | di Francesco Spina

Regimi contabili e fiscali

La Legge di Bilancio 2020 (Legge 27.12.2019, n. 160) ha ridisegnato la flat tax, apportando delle modifiche a quello che era il regime forfettario 2019. Con la Legge 160/2019 adesso si restringono i margini di accesso alla misura agevolata, sebbene venga mantenuto il tetto massimo di 65.000,00 euro di compensi o ricavi. È abrogato il superforfait al 20% dei contribuenti percettori di compensi o ricavi da 65.001,00 euro, a 100.000,00 euro. Inoltre, saranno esclusi dal forfettario 2020 coloro che nell'anno precedente hanno percepito redditi da lavoro dipendente o pensione con importi superiori i 30.000,00 euro. Tagliati fuori, anche coloro che nell’anno precedente hanno superato spese di 20.000,00 euro per il lavoro dipendente. Previsto, poi, un piccolo regime premiale per i contribuenti che appartengono al regime forfettario e che emettono esclusivamente fatture elettroniche, nei cui confronti il termine di accertamento da parte del Fisco, passerà da cinque a quattro anni dalla presentazione della dichiarazione dei redditi.

Leggi dopo

Novità in materia di imposte sui redditi dopo la Legge di Bilancio 2020

02 Gennaio 2020 | di Andrea Passini

Legge 19 dicembre 2019, n. 157

Imposte dirette

Sono tante le novità della Legge di Bilancio 2020 e del collegato fiscale. Nei paragrafi successivi sono state riassunte le principali variazioni con riferimento alle persone fisiche, tra le quali emerge la limitazione alle detrazioni sui redditi elevati, la nuova tassazione degli utili distribuiti a società semplici ed a Trust, nonché a quelle relative alle imprese, tra le quali si evidenziano le variazioni al regime forfetario e la reintroduzione dell’ACE.

Leggi dopo

La tassazione delle sopravvenienze attive relative agli accordi di ristrutturazione dei debiti

27 Dicembre 2019 | di Fabio Gallio

Fallimento

Con la risposta n. 414 dell'11 ottobre 2019, l'Agenzia delle Entrate si è espressa in merito al corretto trattamento fiscale delle sopravvenienze ex art. 88, comma 4-ter, del TUIR.

Leggi dopo

Compliance fiscale e prevenzione dei rischi fiscali

24 Dicembre 2019 | di Giovanni Incerto

Affidamento e buona fede del contribuente

Il presente articolo mette in evidenza i vari interventi normativi che si sono succeduti a partire dal 2014 diretti a migliorare il rapporto fisco - impresa attraverso varie forme di collaborazione e di cooperazione, al fine di favorire l’adempimento spontaneo dell’obbligazione tributaria ed evitare l’insorgere del relativo contenzioso.

Leggi dopo

Come trattare ai fini IVA gli sconti, gli abbuoni e i premi commerciali

20 Dicembre 2019 | di Andrea Passini

IVA

Vi sono tante tipologie di sconti, di abbuoni e di premi commerciali, in sintesi di bonus, ognuno dei quali richiede un trattamento IVA differente. Viene effettuata una classificazione di tali bonus e vengono delineati gli elementi per la fatturazione.

Leggi dopo

Il processo di dematerializzazione della nota spese e dei documenti giustificativi collegati

16 Dicembre 2019 | di Matteo Pillon Storti

Deduzioni IRAP da IRES

L'Agenzia delle Entrate ha confermato la possibilità di sviluppare un processo di dematerializzazione delle note spese e dei documenti fiscali giustificativi presentate dai lavoratori dipendenti. Tale possibilità è concessa, ovviamente, a condizione che siano rispettate precise condizioni previste dalla normativa italiana. Il documento fiscale una volta dematerializzato, in questo caso la nota spese e i suoi giustificativi, deve possedere quattro caratteristiche: immodificabilità,integrità,autenticità e leggibilità. Una volta che il documento informatico rispetta i quattro requisiti suddetti e dopo aver perfezionato il processo di conservazione, è possibile procedere alla distruzione del documento analogico “originario”.

Leggi dopo

Natura giurisdizionale delle Commissioni Tributarie: il travagliato percorso dall’Unità nazionale all’Ordinamento repubblicano

05 Dicembre 2019 | di Salvatore Labruna

Organi della giurisdizione tributaria

Riconoscimento costituzionale della natura giurisdizionale delle Commissioni Tributarie: il travagliato percorso dall’unità nazionale all’ordinamento repubblicano. Il vigente potere autorizzativo giudiziario delle operazioni ispettive tributarie.

Leggi dopo

Disciplina dei reati fiscali e responsabilità amministrativa degli enti alla luce del D.L. fiscale: profili critici e perplessità

03 Dicembre 2019 | di Sara Mecca, Valerio Silvetti

Omessa dichiarazione

Inasprimento delle pene principali e riduzione delle soglie di rilevanza penale. Sono alcune delle modifiche dettate dal decreto fiscale, collegato alla Legge di Bilancio 2020, alle norme sanzionatorie penali in materia tributaria. Il decreto estende al comparto penale tributario anche l'applicazione di misure e sanzioni di natura patrimoniale (sequestro e confisca “per sproporzione”) a carico di chi viene condannato per i delitti tributari più gravi. Ampliato, infine, l'ambito di applicazione del sistema della responsabilità degli enti anche al delitto di dichiarazione fraudolenta mediante uso di fatture o altri documenti per operazioni inesistenti.

Leggi dopo

Il giudice tributario tra l'interpretazione del diritto dell'Unione europea e i rimedi nazionali

28 Novembre 2019 | di Mauro Tortorelli

Statuto del contribuente

In tema di applicazione dei diritti dei contribuenti, anche in ambito tributario si assiste ad un'attività, invero in continuo fermento, tesa all'applicazione da parte del giudice, ex officio o su sollecitazione della parte interessata, delle norme di diritto europeo (intese in senso lato). Da parte del giudice, ma anche del difensore tributario, la conseguenza di tale attività è il ricorso, da un lato, alla preventiva interpretazione della norma nazionale e di quella del diritto europeo da porre a base della decisione da adottare. Dall'altro lato, all'applicazione di regole dettate per definire il rapporto, se confliggente, tra norme nazionali e di diritto europeo.

Leggi dopo

Le novità sui tributi locali

22 Novembre 2019 | di Giuseppe Durante

IMU

Molte sono le novità che il Decreto Crescita D.L.30 aprile 2019, n° 34 conv. L. 28 giugno 2019, n. 58 in materia di “semplificazione fiscale” ha disposto in materia di fiscalità locale andando il provvedimento ad incidere su aspetti salienti relativi sia all'aspetto sostanziale che procedurale, con una incidenza diretta sia nella quantificazione delle imposte locali sia nella gestione dei tributi di spettanza comunale. Ad avviso dello scrivente rileva pertanto focalizzare le disposizioni normative contenute nel provvedimento n. 34/2019 richiamando sia quelle di natura prettamente tributaria, sia quelle di tipo meramente regolamentare che dal nuovo anno interesseranno tutta la finanza territoriale.

Leggi dopo

Pagine