Focus

Focus

Domicilio digitale e sue variazioni (PTT)

13 Maggio 2016 | di Stefano Russo, Roberto Scavizzi

Art. 6 D.M.

Processo telematico

In via generale il “domicilio digitale” consiste in un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) che il cittadino può indicare alla pubblica amministrazione per ricevere tutte le comunicazioni e le notifiche di atti, ossia nella sostituzione del recapito fisico delle stesse con un recapito telematico, assistito dalle garanzie di affidabilità connesse alla posta certificata.

Leggi dopo

Sospensione dell'esecutività della sentenza impugnata in pendenza di giudizio per cassazione

09 Maggio 2016 | di Mariacarla Giorgetti

Art. 62-bis, D.Lgs. 31 dicembre 1992, n. 546

Giudizio di cassazione

Con il D.Lgs. n. 156/2015, si è data attuazione alla revisione del processo tributario e, con l'art. 9, comma 1, lettera aa), è stato introdotto all'interno del D.Lgs. n. 546/1992, l'articolo 62-bis con riferimento all'esecuzione provvisoria e ai provvedimenti cautelari relativi alle sentenze impugnate per Cassazione. Tale riforma ha ulteriormente rafforzato le garanzie in favore dei Contribuenti, soprattutto nell'ottica di un processo tributario più rapido ed efficiente. Si è giunti, inoltre, ad una codificazione a livello normativo della facoltà di sospendere gli atti impugnati e le sentenze anche nei gradi di giudizio successivi al primo.

Leggi dopo

Qualche erratica considerazione prospettica sul processo tributario

03 Maggio 2016 | di Gianfranco Gaffuri

Organi della giurisdizione tributaria

Si leggono e si sentono, con intensità sempre maggiore, istanze e proposte per la trasformazione del giudice tributario da organismo alla cui composizione concorrono persone non esclusivamente dedite alla soluzione delle controversie tributarie, in istituzione professionale, al pari degli altri uffici giudiziali. Questa metamorfosi garantirebbe, da un canto, lo svolgimento pieno ed efficace della funzione e, d’altro canto, una migliore qualità del prodotto, per la più ampia disponibilità di tempo e una più assidua dedicazione ai compiti di giustizia. All'interno di questo dibattito si inseriscono le riflessioni del Professor Gianfranco Gaffuri, racchiuse nell'editoriale che segue.

Leggi dopo

Presunzione assoluta di assoggettamento all'IRAP di società ed enti

02 Maggio 2016 | di Andrea A. Salemme

Cass. civ.,

IRAP

Società ed enti vanno sempre soggetti all'IRAP, in quanto, a termini dell'art. 2, secondo periodo, del D.Lgs. 15 dicembre 1997, n. 446, l'attività dai medesimi esercitata costituisce in ogni caso presupposto d'imposta; ne consegue che, ai fini dell'imposizione, dinanzi ad una società o ad un ente, si prescinde dall'accertamento della sussistenza del requisito dell'autonoma organizzazione, essendo sufficiente la constatazione della loro natura giuridica collettiva.

Leggi dopo

IRAP, associazioni professionali e medicina di gruppo

27 Aprile 2016 | di Andrea A. Salemme

Cass. civ.

IRAP

Le forme associative di cui all'art. 3, c. 1, lett. c), D.Lgs. n. 446/97, comprese le associazioni professionali in forza dell'equiparazione alle società semplici ex art. 5, c. 3, lettera c), D.P.R. n. 917/86, soggiacciono sempre all'IRAP, prescindendosi dal requisito dell'autonoma organizzazione; tuttavia la medicina di gruppo non è una forma associativa rilevante alla stregua delle predette disposizioni, in quanto si configura come un organismo promosso dal Servizio Sanitario Nazionale, in seno al quale è diretto a realizzare più avanzate forme di presidio della saluta pubblica; in tale veste, si sottrae all'IRAP nel rispetto dei limiti strutturali posti dalla convenzione.

Leggi dopo

Ne bis in idem e illeciti tributari

22 Aprile 2016 | di Letizia d'Altilia

Abuso del diritto o elusione

In Italia il dibattito sulla compatibilità del c.d. doppio binario sanzionatorio con il principio del ne bis in idem si è acceso anche in riferimento alla materia tributaria, da ultimo riformata dal D.lgs. 158/2015. In attesa della pronuncia della Corte di giustizia e di conoscere le motivazioni che hanno spinto la Corte costituzionale a dichiarare inammissibile la questione di legittimità costituzionale, appare utile fornire un breve quadro di analisi delle questioni interpretative che ne derivano quanto ai rapporti tra reati tributari e illeciti amministrativi.

Leggi dopo

Il trattamento fiscale dell'affidamento fiduciario quale strumento alternativo al trust

20 Aprile 2016 | di Fabio Gallio

Trust

La perdurante assenza di una disciplina nazionale ha posto il problema della legittimità del c.d. trust “interno”, ovvero del trust in cui tutti gli elementi soggettivi e oggettivi siano legati ad un ordinamento, come quello italiano, che non qualifica lo specifico rapporto come trust. Malgrado sembrava fosse risolta la questione in senso favorevole al riconoscimento del trust interno anche nell'ordinamento italiano, considerato che numerosi provvedimenti giurisdizionali ne avevano sancito la validità, alcuni tribunali recentemente si sono espressi diversamente. Lo scopo del presente approfondimento è quello di esaminare il trattamento fiscale di un istituto alternativo al trust, che potrebbe essere utilizzato quale alternativa al fine di ridurre i rischi di cui sopra: l'affidamento fiduciario.

Leggi dopo

"Le imposte sui redditi nel Testo Unico", disponibile la nuova edizione

18 Aprile 2016 | di Maurizio Leo

Imposte dirette

Torna la nuova edizione del Commentario al Testo Unico delle Imposte sui redditi, che racchiude tutte le novità dell'ultimo biennio che hanno avuto impatto sulla disciplina delle imposte sul reddito delle persone fisiche ovvero delle società.

Leggi dopo

Approdi evolutivi sul meccanismo impositivo dell’IRAP

14 Aprile 2016 | di Andrea A. Salemme

IRAP

Può affermarsi con ragionevole prudenza che, nel variegato panorama impositivo italiano, l’IRAP spicca per un erudito concettualismo, permeante il meccanismo impositivo in un’anticipazione del prelievo che prescinde dall’effettiva generazione di reddito e quindi dalla remunerazione dei fattori della produzione. Tuttavia la tendenza della legislazione più recente, da un lato, ad assimilare sia il piccolo imprenditore sia finanche le società di persone ad artisti, lavoratori autonomi e professionisti e, dall’altro, a defiscalizzare il lavoro dipendente a vantaggio dei soli labour intensive subjects impone un radicale ripensamento della tesi dell’insensibilità dell’IRAP ai costi. Riemerge una discriminazione qualitativa riferita, anziché ai redditi, come nell’ILOR, nientemeno che a detti costi.

Leggi dopo

Verso una nuova giustizia tributaria: una lettura critica del rapporto sull'andamento del contenzioso

12 Aprile 2016 | di Mario Cavallaro

Organi della giurisdizione tributaria

Numerose e sovente ultimative sono state le esternazioni in materia di giustizia e giurisdizione tributaria dopo alcuni recenti deprecabili e tristi episodi di corruzione; poche valutazioni sono state invece diffuse dopo la pubblicazione da parte del MEF del tradizionale rapporto sull’andamento trimestrale del contenzioso tributario, che, riferendosi al trimestre ottobre – dicembre 2015, consente di formulare anche delle valutazioni generali molto interessanti. Nel seguente editoriale, il Presidente del CPGT coglie gli spunti offerti dalle statistiche ministeriali per tracciare le istanze e i princìpi che dovrebbero auspicabilmente presiedere alla riforma – oramai diffusamente percepita come necessaria e improrogabile – del sistema di giustizia tributaria.

Leggi dopo

Pagine