Focus

Focus

Profili elusivi della scissione: analisi storica e prospettica

12 Settembre 2016 | di Davide Attilio Rossetti

Scissione d'azienda

La scissione è sempre stata oggetto di attenzione da parte dell'Amministrazione finanziaria la quale, accanto ad un suo impiego “fisiologico” volto a realizzare una più razionale prosecuzione dell'attività d'impresa, ne ha identificato un utilizzo “patologico”, se impiegato quale strumento di ripartizione o di circolazione “indiretta” degli assets. Tale approccio va riletto alla luce del nuovo concetto di abuso del diritto: l'art. 10-bis della Legge del 27 luglio 2000 n. 212, che ha (ri)collocato al centro del concetto di “elusività” la necessità che un'operazione sia “indebita”, ossia contrastante con la ratio legis, non essendo più sufficiente la mera constatazione dell'assenza di valide ragioni extrafiscali alla base dell'operazione.

Leggi dopo

L'imposta di registro negli atti a contenuto plurimo, con particolare riguardo alle cessione di credito

05 Settembre 2016 | di Simone Marzo

Imposta di registro

Venuto meno il carattere di commutatività originariamente connaturato alla “tassa” di registro, l'attuale configurazione giuridica del tributo ha portato a qualificare lo stesso come un'imposta sulla “attività giuridica”. Il fatto rivelatore di capacità contributiva sotteso all'applicazione dell'imposta è infatti il compimento di una data attività giuridica produttiva di effetti ritenuti rilevanti dal legislatore, sul presupposto che tale attività e tali effetti costituiscano indici di forza economica e, quindi, di attitudine alla contribuzione.

Leggi dopo

“Non scrivete (le sentenze a mano), sarà la vostra rovina!”

30 Agosto 2016 | di Mario Cavallaro

Atti del processo

Se la sentenza manoscritta è di difficile leggibilità tanto da dar luogo a un processo interpretativo con esito incerto, il documento viene meno alla sua funzione essenziale di estensione della motivazione e quindi della decisione del giudice. Manca pertanto di motivazione.

Leggi dopo

Robin Tax: l’illegittimità costituzionale non ha effetti retroattivi

29 Agosto 2016 | di Fabio Gallio, Federica Solazzi Badioli

IRES

Con la sentenza oggetto di approfondimento n. 594/2016 la Commissione Tributaria Provinciale di Bologna ha respinto il ricorso contro il c.d. “silenzio- rifiuto” dell’Amministrazione finanziaria in merito ad un’istanza presentata da una società per richiedere il rimborso dell’addizionale IRES (c.d. “Robin Hood Tax”), dichiarata incostituzionale con sentenza 10/2015. Secondo il collegio giudicante, infatti, la pronuncia di incostituzionalità non avrebbe effetti retroattivi. Il presente contributo analizza dunque criticamente le conclusioni del giudice tributario.

Leggi dopo

Il regime fiscale delle unioni civili

11 Agosto 2016 | di Francesca Picardi

Famiglia

La recente introduzione delle unioni civili nel nostro ordinamento pone il problema di verificare se l'equiparazione al matrimonio ed ai coniugi, stabilita dall'art. 1, comma 20, della Legge n. 76/2016, operi anche in campo tributario e se, pertanto, le parti dell'unione civile possano avvalersi degli stessi istituti ed in particolare delle stesse agevolazioni previste per una coppia coniugata. L'articolo propone le possibili soluzioni interpretative che dovranno, poi, essere verificate alla luce degli orientamenti della giurisprudenza e dell'Amministrazione finanziaria.

Leggi dopo

La Convenzione tra la Santa Sede e l’Italia in materia di scambio di informazioni tributarie

01 Agosto 2016 | di Giuseppe Rivetti

Fiscalità internazionale

La recente approvazione della legge di “ratifica ed esecuzione della Convenzione tra il Governo della Repubblica italiana e la Santa Sede in materia fiscale” si inserisce nell’ambito di un sistematico impegno internazionale della S. Sede e dell’Italia, di svolgere un ruolo di garanzia, nel contesto della globalizzazione economica dei mercati, con particolare riferimento ai settori della trasparenza, della vigilanza e dell’informazione finanziaria. Nel presente contributo l’Autore illustra il contenuto della Convenzione evidenziandone i profili critici di maggior interesse.

Leggi dopo

Riflessioni sull'autonoma impugnabilità del diniego di autotutela tributaria

29 Luglio 2016 | di Pier Ivano Favella

Autotutela

L'autotutela rappresenta un tipico potere discrezionale dell'amministrazione, tuttavia in ambito tributario una parte della dottrina e della giurisprudenza hanno sottolineato il carattere di dovere dell'istituto al fine di ristabilire la legalità dell'imposizione. Si è quindi formato un orientamento giurisprudenziale che ammette l'autonomia dell'impugnabilità del diniego espresso. Nel presente contributo si cercherà di approfondire l'evoluzione giurisprudenziale di merito e di legittimità.

Leggi dopo

Novità: La nozione della capacità contributiva e un essenziale confronto di idee

25 Luglio 2016 | di Gianfranco Gaffuri

Obbligazione tributaria

Disponibile per gli appassionati e i cultori della materia la riedizione di una delle opere teoriche che a buon diritto hanno maggiormente inciso, plasmato e indirizzato lo studio del diritto tributario in Italia. Si tratta della monografia del professor Gianfranco Gaffuri dedicata al principio di capacità contributiva contemplato nella Costituzione, che è stata arricchita di ulteriori spunti e riflessioni, nonché dei contributi di altri illustri studiosi della materia (Enrico De Mita, Gaspare Falsitta, Andrea Fedele, Franco Gallo e Francesco Tesauro).

Leggi dopo

Le novità in tema di giudizio di ottemperanza

25 Luglio 2016 | di Marisa Abbatantuoni, Mario Cavallaro

Giudizio di ottemperanza

Con la “miniriforma” del processo tributario, introdotta in attuazione della c.d. delega fiscale, il legislatore ha tentato di attenuare la disparità di trattamento delle parti in contesa ed omologare il più possibile il giudizio tributario a quelli delle altre giurisdizioni. L’inserimento dell’art. 67-bis, come indicato nella relazione illustrativa al decreto riforma, risponde infatti alla “necessità di introdurre un principio generale che riconosca l’esecutività immediata delle sentenze tributarie emesse dalle commissioni tributarie provinciali e regionali, equiparandole a quelle adottate nel giudizio civile e amministrativo”. La norma di nuovo conio ha così dato nuova luce al giudizio di ottemperanza, che non è più subordinato al passaggio in giudicato della sentenza e rimane, comunque, l’unico strumento per porre in esecuzione le sentenze che non rientrano nella nuova versione dell’art. 69 del D.Lgs. n. 546/1992.

Leggi dopo

NIR nel PTT: differenze con il PCT e possibili conseguenze derivanti dalla errata compilazione

22 Luglio 2016 | di Gabriele Carazza

Processo telematico

Come avviene per il PCT, con l‘introduzione del PTT, la NIR assurge ad elemento essenziale per il corretto utilizzo dello strumento digitale costituendo il cuore della fase di compilazione ed invio degli atti processuali attraverso un percorso guidato, completato da un controllo formale dei dati inseriti e dei file allegati per il deposito.

Leggi dopo

Pagine