Focus

Focus

Decreto Liquidità: il rinvio degli adempimenti tributari

22 Aprile 2020 | di Francesco Spina

Acconti (d’imposta e di pagamento)

Il Decreto Liquidità (d.l. n. 23/2020) ha previsto ulteriori misure a favore dei contribuenti e delle imprese, consentendo il calcolo dell'acconto delle imposte Irpef, Ires, Irap con il metodo previsionale, eliminando sanzioni e interessi per scostamenti non superiori al 20% (art. 20); considerando tempestivi i versamenti da effettuare ai sensi dell'art. 60 del DL n. 18/2020 (entro il 20 marzo), se effettuati entro il 16 aprile 2020 (art. 21); prevedendo, infine, il differimento al 30 aprile del termine entro il quale i sostituti d'imposta devono consegnare agli interessati, le certificazioni uniche relative ai redditi di lavoro dipendente e assimilati e ai redditi di lavoro autonomo (art. 22).

Leggi dopo

Decreto cura Italia e gaming: le misure di contrasto al lock-down per la filiera

17 Aprile 2020 | di Giancarlo Marzo, Irene Barbieri

Redditi diversi

Proroghe, dilazioni di pagamento e abbuono di canoni concessori sono soltanto alcune delle misure disposte dal Decreto Legge 17 marzo 2020, n. 18 (cd. Decreto Cura Italia) per tentare di contenere gli effetti devastanti dell'emergenza CoVid-19 su uno dei comparti principali dell'industria italiana: il gioco legale.

Leggi dopo

Decreto Liquidità: la sospensione di versamenti tributari e contributivi

15 Aprile 2020 | di Francesco Spina

Termini di accertamento

Il Decreto Liquidità approvato dal Governo in data 6 aprile 2020 (d.l. n. 23/2020), sospende tasse e contributi per altri due mesi (aprile e maggio). Ma a differenza del Decreto Cura Italia, la sospensione è valida per tutte le imprese, anche sopra il limite dei 2 milioni fissato in precedenza.

Leggi dopo

Regime fiscale di un indennizzo relativo ad un contratto di locazione

09 Aprile 2020 | di Matteo Pillon Storti

Locazione

L’Agenzia delle Entrate si è soffermata ad analizzare il trattamento fiscale applicabile ad una somma di denaro pagata a titolo di indennizzo relativamente ad un contratto di locazione. In particolare, a seguito di un accordo fra le parti dal quale il conduttore si impegnava a versare una somma indennitaria al locatore, l’amministrazione finanziaria chiariva che tale somma non è assoggettabile ad IVA per mancanza del presupposto oggettivo. Di conseguenza, la stessa sarà assoggettata ad imposta di registro con aliquota del 3% e, infine, l’indennità stessa sarà classificabile come componente negativo deducibile fiscalmente dal reddito del conduttore.

Leggi dopo

Le nuove misure disposte dal “Decreto Liquidità”

08 Aprile 2020 | di Giuseppe Durante

Società di capitali

Le misure tanto attese da milioni di cittadini in qualità di liberi professionisti, imprese e dipendenti a sostegno della ripresa economica sono state finalmente formalizzate nel nuovo decreto cosiddetto “Decreto liquidità”-che ormai dovrebbe essere ufficiale, salvo modifiche dell’ultimissima ora, con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.

Leggi dopo

La tassazione del reddito derivante dall'impiego di cripto-valute

31 Marzo 2020 | di Lorenzo Savastano

Tar Lazio

Redditi diversi

Il TAR del Lazio, pronunciatosi con Sentenza n. 1077/2020 del 27 gennaio 2020, ha fissato importanti principi di diritto destinati a riverberarsi nell'ancora ampiamente inesplorato terreno del trattamento giuridico e (di conseguenza) fiscale delle valute virtuali, delle quali enuclea una definizione funzionale ai fini tributari, ancorando cioè la loro imposizione al loro effettivo utilizzo quali strumenti finanziari con finalità di investimento. Nell'occasione, inoltre, il giudice amministrativo, nega fermamente che l'onere di monitoraggio fiscale delle valute digitali detenute all'estero derivi dalle Istruzioni alle dichiarazioni dei redditi – Persone Fisiche 2019, diramate dall'Agenzia delle entrate, rinvenendone aliunde la genesi e la più appropriata collocazione normativa.

Leggi dopo

L'impatto del decreto “Cura-Italia” sulla giustizia tributaria

27 Marzo 2020 | di Antonio Scalera

Organi della giurisdizione tributaria

Il D.L. 17.3.2020, n. 18, pubblicato in G.U. 17.3.2020, n. 18 (cosiddetto decreto “Cura-Italia”), dedica poche norme alla giustizia tributaria. In particolare, l'art. 83, comma 2, ult. cpv., stabilisce che “si intendono altresì sospesi, per la stessa durata indicata nel primo periodo, i termini per la notifica del ricorso in primo grado innanzi alle Commissioni tributarie e il termine di cui all'articolo 17-bis, comma 2 del decreto legislativo 31 dicembre 1992 n. 546”. Il comma 21 del medesimo art. 83 dispone, inoltre, che “Le disposizioni del presente articolo, in quanto compatibili, si applicano altresì ai procedimenti relativi alle commissioni tributarie e alla magistratura militare”.

Leggi dopo

Decreto cura Italia: gli aiuti alle imprese

26 Marzo 2020 | di Saverio Capolupo

Aiuti di Stato

Con il decreto Cura Italia sono state introdotte rilevanti agevolazioni alle imprese. In particolare si segnala: il rilascio da parte del Ministero dell'Economia e delle Finanze della garanzia dello Stato in favore di SACE Spa, per operazioni nel settore crocieristico; la sospensione delle rate relative all'acquisto della prima casa per i lavoratori autonomi e ai liberi professionisti che autocertifichino di aver registrato, un calo del proprio fatturato, superiore al 33% del fatturato dell'ultimo trimestre 2019; la possibilità di trasformare in credito d'imposta, sia pure con dei limiti quantitativi, le attività per imposte anticipate riferibili alle perdite conseguite dalle società, ancorché non iscritte in bilancio, derivanti da crediti inadempiuti (commerciali e finanziari) e dall'importo del rendimento nozionale eccedente il reddito complessivo netto (ACE). Non sono stati considerati gli interessi passivi.

Leggi dopo

Prorogati gli adempimenti fiscali

19 Marzo 2020 | di Saverio Capolupo

Termini di accertamento

Con il D. L. n. 18/2020, relativamente agli adempimenti fiscali, è stata disposta la sospensione fino 31 maggio 2020 di qualsiasi attività accertamento, di liquidazione, di controllo, di riscossione e di contenzioso, da parte degli uffici dell'Agenzia delle entrate e della Guardia di Finanza, fatta eccezione, ovviamente, per le attività di Polizia giudiziaria. Sospesi i termini in materia di interpello, di versamento delle ritenute e di pagamento delle cartelle esattoriali. Per il medesimo periodo è stata disposta la sospensione dei termini previsti per gli adempimenti anche processuali, di prescrizione e decadenza a favore degli Enti impositori, degli enti previdenziali e assistenziali e degli agenti della riscossione nonché divieto di notificare cartelle esattoriali

Leggi dopo

Il credito per aggio del concessionario e ammissione allo stato passivo

17 Marzo 2020 | di Stanislao De Matteis

Riscossione coattiva

In attesa della decisione della Cassazione sul ricorso n. 19966/2015 r.g., deve ritenersi che l'aggio può essere ammesso al passivo alla sola condizione che la cartella sia stata notificata, irrilevante essendo se anteriormente o successivamente al fallimento.

Leggi dopo

Pagine