Focus

Focus

Profili di responsabilità del professionista a titolo di concorso nei reati di bancarotta fraudolenta per distrazione e documentale

14 Aprile 2015 | di Gaetano Pacchi

Bancarotta fraudolenta

Il professionista (avvocato, commercialista, consulente del lavoro, notaio) può imbattersi, nell’esercizio della propria attività, in situazioni che lo espongono al rischio di infrangere precetti di natura penale.

Leggi dopo

La transazione fiscale impedisce nuovi accertamenti del Fisco

14 Aprile 2015 | di Giulio Andreani

Transazione fiscale

L’Agenzia delle Entrate ha sempre affermato - sin dall’aprile 2008 con la Circolare n. 40/E - che la disciplina della transazione fiscale recata dall’art. 182-ter l. fall. “...non dispone la preclusione di ulteriore attività di controllo da parte dell’Amministrazione finanziaria”. Ciò comporta - secondo l’Agenzia - che è sempre possibile per quest’ultima, “ove ne ricorrano le condizioni, l’esercizio dei poteri di controllo, con la conseguente determinazione di un debito tributario superiore rispetto a quello attestato nella certificazione rilasciata al debitore o altrimenti individuato al termine della procedura di transazione fiscale, che l’Amministrazione potrà far valere nei confronti dello stesso contribuente che ha ottenuto l’omologazione del concordato nonché degli obbligati in via di regresso”. Di qui l'opportunità di fornire (auspicabilmente) un contributo all’approfondimento sul potere del Fisco di eseguire nuovi accertamenti successivamente al perfezionamento della transazione fiscale.

Leggi dopo

Quel controverso diritto obbligatorio al contraddittorio, finalmente ci siamo?

24 Marzo 2015 | di Ivano Tarquini

Cass. civ., sez. V

Contraddittorio

La nostra giurisprudenza ha recepito in modo organico e definitivo l'applicazione del diritto al contraddittorio, che, se non promosso dagli uffici dell'Amministrazione finanziaria, può portare all'annullamento, in sede contenziosa, del provvedimento. Il contraddittorio deve essere preventivo all'adozione dell'atto emanato, effettivo e non una formalità. Gli uffici devono valutare le doglianze, effettuando, in sede di motivazione degli atti anche della riscossione, le opportune osservazioni.

Leggi dopo

Le novità in materia di estinzione della società e responsabilità dei liquidatori

13 Marzo 2015 | di Andrea Arrigo Panato

IRES

Il D.Lgs. n. 175 dello scorso 21 novembre, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 28 novembre 2014, ha innovato profondamente sia la disciplina in tema di accertamento delle società di capitali cancellate dal Registro delle Imprese sia la responsabilità dei liquidatori delle stesse. Di seguito si approfondisce in particolar modo quanto previsto dall’art. 28 intitolato “Coordinamento, razionalizzazione e semplificazione di disposizioni in materia di obblighi tributari”.

Leggi dopo

Il requisito dell’autonoma organizzazione secondo la giurisprudenza di Cassazione

10 Marzo 2015 | di Maurizio Villani

IRAP

L'Imposta Regionale sulle Attività Produttive, istituita dal Decreto Legislativo 15 dicembre 1997, n. 446, è un istituto di interesse quotidiano per cittadini, imprese e professionisti e la cui applicazione è caratterizzata da un ambito variabile, continuamente ridisegnato dalla magistratura di merito e di legittimità che tentano di chiarire, in particolare, quale sia l'«esercizio abituale» di un’attività «autonomamente organizzata», diretta alla produzione o allo scambio di beni ovvero alla prestazione di servizi, che costituisce il presupposto dell'imposta. Ecco delineato il dettaglio dei recenti sviluppi della giurisprudenza di legittimità in tema di IRAP, con particolare riferimento alla questione se l’impiego di un dipendente o collaboratore con funzioni meramente esecutive comporti automaticamente l’assoggettamento all’IRAP del professionista.

Leggi dopo

Le plusvalenze derivanti da cessione di immobili

06 Marzo 2015 | di Domenico Montemurno

Abitazione

La tassazione delle plusvalenze immobiliari, anche per effetto delle procedure informatiche che consentono controlli incrociati da parte dell’Agenzia delle Entrate, sta assumendo, negli ultimi tempi, un aspetto sempre più consistente nelle attività di recupero di materia imponibile da parte dell’Amministrazione finanziaria. Per altro verso la ricerca indiscriminata di incrementare il gettito erariale deve rispondere a criteri oggettivi ed equitativi, nel rispetto delle norme e senza il ricorso ad arbitrarie interpretazioni spesso contraddette dalle pronunzie della giurisprudenza.

Leggi dopo

Le plusvalenze derivanti da cessione di immobili

06 Marzo 2015 | di Domenico Montemurno

Affrancamento dei redditi diversi di natura finanziaria

La tassazione delle plusvalenze immobiliari, anche per effetto delle procedure informatiche che consentono controlli incrociati da parte dell’Agenzia delle Entrate, sta assumendo, negli ultimi tempi, un aspetto sempre più consistente nelle attività di recupero di materia imponibile da parte dell’Amministrazione finanziaria. Per altro verso la ricerca indiscriminata di incrementare il gettito erariale deve rispondere a criteri oggettivi ed equitativi, nel rispetto delle norme e senza il ricorso ad arbitrarie interpretazioni spesso contraddette dalle pronunzie della giurisprudenza.

Leggi dopo

Tobin Tax, cosa è e come si versa

04 Marzo 2015 | di Saverio Cinieri

Tobin tax

L'art. 1, commi da 491 a 500, della Legge 24 dicembre 2012, n. 228 (Legge di Stabilità 2013), ha introdotto un'imposta sulle transazioni finanziarie (c.d. “Tobin tax”) che si applica ai trasferimenti di proprietà di azioni ed altri strumenti finanziari partecipativi (comma 491), alle operazioni su strumenti finanziari derivati ed altri valori mobiliari (comma 492), alle operazioni ad alta frequenza come definite nel comma 495 della legge stessa. Ecco spiegate le modalità di applicazione dell'imposta già stabilite con Decreto del Ministro dell'Economia e delle Finanze 21 febbraio 2013.

Leggi dopo

La permanenza dei controllori nella sede dell'azienda

03 Marzo 2015 | di Francesco Barone

Verifiche fiscali

La permanenza degli operatori presso la sede dell’azienda è oggetto di pareri discordanti tra la giurisprudenza e la dottrina. La prima sostiene, nella sostanza, che gli organi di controllo possano permanere in azienda senza limiti di tempo, mentre la seconda ritiene che il mancato rispetto delle norme provochi la nullità degli atti di accertamento. Il tutto avviene nonostante lo Statuto dei diritti del contribuente enunci una serie di principi che, ancora una volta, non trovano applicazione.

Leggi dopo

La liquidazione dei beni nella nuova procedura di concordato: aspetti fiscali controversi ai fini delle imposte dirette

10 Febbraio 2015 | di Giuliano Buffelli

Imposte dirette

È dibattuto in dottrina se l’art. 86, comma 5, TUIR sia o meno applicabile a tutte le forme di concordato preventivo e non solo a quello con cessione di beni.

Leggi dopo

Pagine