Focus

Focus

Tassazione del trust a doppio binario?

26 Giugno 2018 | di Domenico Chindemi

Trust

La normativa sul trust prevede l'applicabilità dell'imposta sulle successioni e donazioni sui trasferimenti di beni e diritti per causa di morte, per donazione o a titolo gratuito "e sulla costituzione di vincoli di destinazione", alla luce del testo unico delle disposizioni concernenti l'imposta sulle successioni e donazioni, di cui al D.Lgs. 31 ottobre 1990, n. 346, nel testo vigente alla data del 24 ottobre 2001, fatto "Salvo quanto previsto dai commi da 48 a 54".

Leggi dopo

Disponibile la nuova edizione de "Le imposte sui redditi nel Testo Unico"

20 Giugno 2018 | di Maurizio Leo

Imposte dirette

Questa edizione del testo cade in un momento “particolare” della evoluzione della normativa tributaria. Un momento nel quale si possono valutare i primi effetti di incisive modifiche e cominciano a intravedersi ancor più rilevanti novità. Ma andiamo con ordine, provando a fare il punto di cosa è successo e di cosa sta per succedere. Partiamo, appunto, da ciò che è già accaduto.

Leggi dopo

La CGUE "smentisce" l'Agenzia e afferma l'applicabilità dell'IVA ai trasporti internazionali di beni effettuati da subvettori

19 Giugno 2018 | di Mario Giannotta

CGUE

IVA comunitaria

Qualche mese fa, un'importante associazione di categoria dei trasporti ha pubblicato una circolare con la quale dava notizia ai consociati che la Corte europea si era pronunciata in merito all'applicabilità dell'IVA ai servizi di trasporto di beni destinati all'esportazione. La sentenza in parola ha stabilito che sono esenti da IVA i servizi di trasporto relativi a beni in esportazione solo ed esclusivamente se resi direttamente all'esportatore mittente o al destinatario di tali beni; mentre, quelli resi a favore di soggetti diversi (si pensi al caso dei subvettori), anche se facenti parte della medesima operazione di esportazione, devono essere assoggettati all'imposta.

Leggi dopo

Interruzione del processo e costituzione in giudizio

12 Giugno 2018 | di Antonella Lucarelli

Estinzione del processo

L'Agenzia delle Entrate Riscossione è legittimata a proseguire un giudizio tributario avviato da una Società per azioni oramai estinta? Può costituirsi in tale giudizio tramite avvocati del libero foro oppure, deve ricorrere a funzionari interni o avvocatura dello Stato? Gli interrogativi sono piuttosto frequenti da quando Equitalia (Società per azioni) è stata soppressa e definitivamente sostituita dall'Agenzia delle Entrate Riscossione (Ente Pubblico). Per dare risposta ai diversi quesiti è necessario affrontare una questione processuale complessa, la cui esatta comprensione è imprescindibile per poter individuare il corretto iter processuale da seguire.

Leggi dopo

Appello e onere di impugnazione specifica: breve commento sulla recente evoluzione giurisprudenziale

06 Giugno 2018 | di Salvatore Labruna

Cass. civ., sez. trib.

Giudizio di appello

In tema di contenzioso tributario, la riproposizione, a supporto dell’appello proposto dal contribuente, delle ragioni di impugnazione del provvedimento impositivo in contrapposizione alle argomentazioni adottate dal giudice di primo grado assolve l’onere di impugnazione specifica imposto dall’art. 53 del D.Lgs. n. 546/1992, atteso il carattere devolutivo pieno, nel processo tributario, dell’appello, mezzo quest’ultimo non limitato al controllo di vizi specifici, ma rivolto ad ottenere il riesame della causa nel merito.

Leggi dopo

Le opposizioni all'esecuzione in ambito tributario: attualità e prassi

05 Giugno 2018 | di Mariacarla Giorgetti, Leonardo Margiotta

Misure cautelari

Tale elaborato evidenzia la struttura e la funzione del procedimento di esecuzione forzata tributaria (oltre alla disciplina dell'opposizione all'esecuzione) disciplinato dal D.P.R. n. 602/1973, con specifico riguardo alle regole per dare attuazione al credito tributario (o altri crediti erariali, quali i crediti previdenziali), mediante procedure espropriative speciali, affidate ex lege agli agenti della riscossione.

Leggi dopo

L'imposta diretta dovuta sul corrispettivo percepito da un privato per la costituzione/cessione del diritto di superficie

31 Maggio 2018 | di Stefano Pasetto

Redditi fondiari

Nel recente passato ampio dibattito si è sviluppato in ordine a quale debba essere, a livello di imposizione diretta, la tassazione del corrispettivo derivante a un privato per la costituzione/cessione del diritto di superficie a un terzo soggetto. Nel presente contributo ci si propone di indagare brevemente su quale debba essere la tassazione “diretta” per questi atti posti in essere tra privati e, quindi, se la scelta da ultimo compiuta dall'Agenzia delle Entrate sia corretta.

Leggi dopo

Riscritte le regole per l'accatastamento dei porti: le conseguenze a fini IMU e TASI

23 Maggio 2018 | di Jacopo Lorenzi

Catasto

Il presente intervento ha lo scopo di analizzare le novità normative introdotte con la Legge di bilancio 2018 in tema di tassazione patrimoniale dei beni immobili ubicati in prossimità dei porti i quali, a determinate condizioni, possono essere accatastati nel gruppo E quali beni esenti da IMU e TASI.

Leggi dopo

Dal diritto vivente al precedente?

17 Maggio 2018 | di Mario Cavallaro

Giudizio di cassazione

Come noto, uno dei pilastri del nostro sistema giudiziario è la radicale differenziazione dal sistema del c.d. common law, nel quale il precedente giurisprudenziale può divenire fonte di diritto. Nel diritto nazionale il precedente, ancorché autorevole ed avente il rango di pronuncia di legittimità, opera come elemento di indirizzo, appunto come “diritto vivente”, senza attingere tuttavia a natura ed effetti di fonte del diritto.

Leggi dopo

Mancata accettazione della moneta elettronica: quale sanzione?

09 Maggio 2018 | di Saverio Capolupo

Sanzioni

La legge delega, nel prevedere l’obbligatorietà dell’installazione del POS e l’obbligo di accettare in pagamento carte di debito e carte di credito, demanda al Governo l’individuazione della sanzione applicabile. Tale soluzione non è praticabile in quanto in palese contrasto con il principio di legalità di cui all’art. 23 della Costituzione, ripreso per le sanzioni amministrative, dall’art. 1 della Legge n. 689/1981. È necessario, pertanto, un intervento urgente sulla norma primaria per evitare che si resti sul piano dei meri annunci con evidente premio per gli evasori ma anche con innegabili riflessi negativi nella lotta al riciclaggio ed al contrasto al finanziamento al terrorismo internazionale. Fino a quanto non si verificherà tale intervento non sarà possibile irrogare alcuna sanzione.

Leggi dopo

Pagine