Focus

Focus su Riscossione coattiva

La rottamazione dei ruoli: i dubbi più frequenti e le soluzioni operative

29 Marzo 2017 | di Marco Ligrani

Art. 6

Riscossione coattiva

All'indomani dell'approvazione dello slittamento al 21 aprile dei termini per la presentazione delle domande di adesione, la definizione agevolata dei carichi pendenti con Equitalia si presenta come una procedura sostanzialmente chiara nelle sue modalità operative e nella tempistica dell'adesione, anche a seguito dei chiarimenti forniti dallo stesso Agente della riscossione (in occasione del forum organizzato dall'Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Roma) e dall'Agenzia delle Entrate (Circolare 8 marzo 2017, n. 2/E). In alcuni casi, tuttavia, permangono alcune incertezze da parte dei contribuenti e dei professionisti delegati, che rendono non del tutto spedito l'iter valutativo sulla convenienza economica dell'operazione e sulle modalità di adesione alla procedura. Cerchiamo, dunque, di affrontare le questioni ancora aperte, evidenziando le scelte più opportune da effettuare.

Leggi dopo

L'adesione alla rottamazione dei ruoli in presenza di coobbligazione

23 Gennaio 2017 | di Marco Ligrani

Art. 44

Riscossione coattiva

A dispetto della portata apparentemente snella dell'impianto normativo che lo caratterizza, l'istituto della definizione agevolata dei carichi di ruolo pregressi contenuto nell'art. 6 del D.Lgs. 22 ottobre 2016, n. 193, meglio noto come “rottamazione dei ruoli”, presenta numerosi profili di criticità, anche (e soprattutto) in relazione ai profili processuali ad esso strettamente connessi. Tra questi, spicca – senza ombra di dubbio – la problematica connessa alle posizioni debitorie che vedono coinvolti più coobbligati, che, in virtù del rapporto di solidarietà, possono essere definite da uno solo o alcuni di essi.

Leggi dopo

Profili critici della recente riforma della riscossione

10 Dicembre 2015 | di Marco Ligrani

Riscossione coattiva

La riforma della riscossione introdotta, di recente, dal D.Lgs. 24 settembre 2015, n. 159, presenta, quale tratto distintivo, la maggiore apertura concessa dal legislatore verso forme di maggiore facilitazione nei pagamenti fiscali; si pensi all’aumento del numero delle rate concedibili a seguito di avvisi bonari ovvero in presenza di atti di adesione, all’introduzione della fattispecie del lieve inadempimento sia nel quantum che nella durata ovvero, ancora, al riconoscimento del beneficio della riduzione delle sanzioni anche in caso di autotutela parziale. Il decreto, tuttavia, interviene anche su aspetti apparentemente non collegati, in modo diretto, alla materia della riscossione e che presentano profili di sicuro interesse, anche nell’ottica contenziosa: si pensi alla non impugnabilità del diniego parziale di autotutela, ovvero all’utilizzo esclusivo della modalità di notifica a mezzo posta elettronica certificata, a decorrere dal 1 giugno 2016, per le cartelle di pagamento emesse nei confronti delle imprese e dei professionisti.

Leggi dopo

Le novità in tema di riscossione

06 Ottobre 2015 | di Vincenzo Busa

Riscossione coattiva

È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, Serie Generale n. 233 del 7 ottobre, il decreto legislativo 24 settembre 2015 n. 159 “recante misure per la semplificazione e razionalizzazione delle norme in materia di riscossione”, emanato in attuazione della legge delega 11 marzo 2014, n. 23 ed approvato in via definitiva dal Consiglio dei ministri il 22 settembre 2015. Il provvedimento introduce alcune novità e apporta numerose modifiche all’impianto normativo vigente in tema di riscossione.

Leggi dopo