Focus

Focus su Stabile organizzazione

Il COVID-19 non “infetta” le condizioni di esistenza della stabile organizzazione

05 Giugno 2020 | di Lorenzo Savastano

Stabile organizzazione

Il 3 aprile 2020 il Segretariato dell’OCSE ha emanato una guidance rivolta alle Amministrazioni fiscali degli Stati dell’organizzazione in cui prende posizione su temi ed istituti di fiscalità internazionale ricorrenti nella prassi accertativa. In particolare, i requisiti di sussistenza di una stabile organizzazione – a parere dell’organismo internazionale – parrebbero “immuni al contagio” sia in riferimento all’adozione di modelli di smartworking da parte delle società con lavoratori transfrontalieri, sia all’integrazione di una agency PE nello Stato della fonte dove sono intervenute limitazioni agli spostamenti. Decisamente differente, tuttavia, è l’impatto per i cantieri inclusi nella construction clause, per i quali il prolungarsi dei lavori a causa della diffusione del virus, potrà essere computato nello stringente duration test previsto dal Modello di Convenzione e (soprattutto) dal terzo comma dell’art. 162 del TUIR.

Leggi dopo

“Significato economico” della stabile organizzazione: convergenze ed assonanze tra BEPS e giurisprudenza italiana

26 Febbraio 2019 | di Lorenzo Savastano

Stabile organizzazione

Il progetto BEPS è intervenuto sul cuore dell'art. 5 del Modello OCSE, disinnescando manovre di profit shifting incentrate sull'ambigua classificazione delle attività preparatorie ed ausiliarie esercitate nello Stato della fonte. La modifica, corroborata dalla creazione di una anti-fragmentation rule, è stata trasmigrata nel diritto italiano con la legge di bilancio 2018 dove, come vedremo, ha trovato un capiente solco giurisprudenziale in cui collocarsi.

Leggi dopo