Focus

Focus su Trust

Tassazione del trust a doppio binario?

26 Giugno 2018 | di Domenico Chindemi

Trust

La normativa sul trust prevede l'applicabilità dell'imposta sulle successioni e donazioni sui trasferimenti di beni e diritti per causa di morte, per donazione o a titolo gratuito "e sulla costituzione di vincoli di destinazione", alla luce del testo unico delle disposizioni concernenti l'imposta sulle successioni e donazioni, di cui al D.Lgs. 31 ottobre 1990, n. 346, nel testo vigente alla data del 24 ottobre 2001, fatto "Salvo quanto previsto dai commi da 48 a 54".

Leggi dopo

Atti di destinazione non tassati se non si verifica un effettivo arricchimento in capo ai beneficiari

30 Dicembre 2016 | di Fabio Gallio

Trust

Nei trust aventi finalità liquidatorie non si ravvisa alcun vincolo di destinazione, tassabile con l'imposta sulle donazioni, dal momento che il beneficiario è titolare di una mera aspettativa giuridica che non gli consente, al momento della istituzione del vincolo, di conseguire la titolarità di beni e diritti segregati. Mancherebbe, di conseguenza, quell'indice di sopravvenuto arricchimento tassabile, espressione di effettiva e attuale capacità contributiva, quale presupposto dell'applicabilità dell'imposta.

Leggi dopo

La fiscalità indiretta del trust in Italia

06 Giugno 2016 | di Stefano Loconte, Michele Cecchi

Trust

Il presente articolo intende tratteggiare, dopo aver fornito un inquadramento generale dell'istituto, la fiscalità indiretta del trust in Italia. Tale analisi si concentrerà sulle principali imposte che colpiscono gli atti istitutivi di trust e gli apporti di beni e diritti in trust, nonché la fase, solo eventuale, di trasferimento della loro titolarità ai soggetti che dovessero subentrare nell'ufficio al trustee originario e, infine, la definitiva loro devoluzione a favore dei beneficiari del trust.

Leggi dopo

Il trattamento fiscale dell'affidamento fiduciario quale strumento alternativo al trust

20 Aprile 2016 | di Fabio Gallio

Trust

La perdurante assenza di una disciplina nazionale ha posto il problema della legittimità del c.d. trust “interno”, ovvero del trust in cui tutti gli elementi soggettivi e oggettivi siano legati ad un ordinamento, come quello italiano, che non qualifica lo specifico rapporto come trust. Malgrado sembrava fosse risolta la questione in senso favorevole al riconoscimento del trust interno anche nell'ordinamento italiano, considerato che numerosi provvedimenti giurisdizionali ne avevano sancito la validità, alcuni tribunali recentemente si sono espressi diversamente. Lo scopo del presente approfondimento è quello di esaminare il trattamento fiscale di un istituto alternativo al trust, che potrebbe essere utilizzato quale alternativa al fine di ridurre i rischi di cui sopra: l'affidamento fiduciario.

Leggi dopo