Focus

Focus

Adempimenti fiscali di chiusura nel concordato fallimentare con assuntore

13 Agosto 2020 | di Lorenzo Gambi

Agenzia delle Entrate, Risposta

Fallimento

Un recente interpello offre lo spunto per alcuni approfondimenti sugli adempimenti fiscali di chiusura del fallimento a seguito di omologazione di una proposta di concordato con assuntore (Agenzia delle Entrate, risposta n. 34 del 7 febbraio 2020).

Leggi dopo

I nuovi interventi introdotti dal decreto-legge c.d. “Agosto”

12 Agosto 2020 | di Claudio Sottoriva, Andrea Cerri

Crediti d'imposta per società di persone

La bozza del decreto-legge “Agosto”, approvato – salvo intese tecniche – in data 7 agosto 2020 dal Consiglio dei Ministri, prevede alcuni ulteriori interventi per facilitare la gestione aziendale nella fase post Covid-19. In attesa della pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del testo del decreto-legge, si presentano in sintesi alcuni dei provvedimenti in materia societaria ritenuti di particolare interesse.

Leggi dopo

Rimozione dell'atto illegittimo: il procedimento di autotutela a presidio del buon andamento dell'azione amministrativa

10 Agosto 2020 | di Daniela Mendola

Autotutela

L'autotutela configura il potere riconosciuto alla Pubblica amministrazione di farsi giustizia da sé e attiva un procedimento di secondo grado che consente all'amministrazione di rivalutare le scelte adottate e di rimuovere un atto ritenuto illegittimo, salvo il sindacato giurisdizionale di cui all'art. 113 Cost. Il procedimento di autotutela assume i connotati di una procedura di secondo grado, atteso che ha ad oggetto un provvedimento originario che viene sottoposto ad una nuova valutazione.

Leggi dopo

Stop alla compensazione volontaria: liquidità per i contribuenti

07 Agosto 2020 | di Giancarlo Marzo, Jennifer Fuccella

Compensazioni

Con il duplice intento di immettere liquidità nel sistema economico ed armonizzare la disciplina della cd. compensazione volontaria, disciplinata dall'art. 28-ter del D.P.R. n. 602/1973, alle misure di sospensione temporanea delle attività di riscossione, introdotte dall'art. 68 del Decreto Cura-Italia e prorogate dall'art. 154 del Decreto Rilancio (Legge n. 77/2020), l'Esecutivo ha concesso ai contribuenti di ottenere il rimborso dei crediti di imposta vantati nei confronti del Fisco senza l'automatica applicazione della procedura di compensazione con i debiti a ruolo.

Leggi dopo

Associazioni sportive dilettantistiche (ASD). Tra recenti orientamenti giurisprudenziali e riforma del Terzo settore

03 Agosto 2020 | di Francesca Moroni

Enti no profit

Con ordinanza n. 3746 del 14 febbraio 2020 i giudici della Corte di Cassazione hanno accolto il ricorso dell'Agenzia delle entrate avverso la sentenza della CTR competente che confermava la sussistenza dei presupposti per il riconoscimento del regime agevolativo spettante a un'associazione sportiva dilettantistica, per il mancato versamento dell'IRAP per gli anni di imposta dal 2002 al 2008.

Leggi dopo

IVA: è possibile emettere una nota di variazione in diminuzione anche se la disposizione normativa fa venire meno un credito

30 Luglio 2020 | di Fabio Gallio

Agenzia delle Entrate

IVA

Con la risposta n. 107/2020, l'Agenzia delle Entrate ha sostenuto che, nel caso in cui venga meno un credito a causa di una disposizione normativa, è possibile, ai fini IVA, emettere una nota di variazione in diminuzione. Ciò, però, non preclude, come sostenuto in altri documenti di fonte erariale, la possibilità di presentare una dichiarazione integrativa. Inoltre, è stato chiarito che è possibile emettere un'unica nota dal momento che la disposizione normativa ha disposto la cancellazione automatica dei debiti ed è sempre possibile individuare il debitore.

Leggi dopo

La prova della notifica del ricorso telematico: il formato del file e l'ipotesi cartacea

24 Luglio 2020 | di Marco Ligrani

CTP Napoli 7 novembre 2019, n. 11657.pdf

Processo telematico

Quello della prova della notifica costituisce l'adempimento principale posto a carico del ricorrente, all'atto della costituzione in giudizio, la cui inosservanza è causa di inammissibilità del ricorso. L'avvento del processo tributario telematico ha, chiaramente, modificato la modalità con la quale questa prova va fornita, che da cartacea è diventata digitale. Due recenti sentenze della Commissione Tributaria Provinciale di Napoli hanno affrontato la questione, sotto il profilo sia dell'estensione del file telematico della notifica, che dell'eventualità in cui la prova digitale non possa essere fornita.

Leggi dopo

Emergenza epidemiologica da COVID-19 e lo Statuto dei diritti del Contribuente

20 Luglio 2020 | di Antonio Simone, Salvatore Labruna

Statuto del contribuente

Di seguito gli Autori effettuano una disamina dei provvedimenti normativi tributari più significativi, assunti finora durante “lo stato di emergenza in conseguenza del rischio sanitario connesso all'insorgenza di patologie derivanti da agenti virali trasmissibili”, dichiarato il 31 gennaio 2020 con delibera del Consiglio dei ministri, in relazione con lo Statuto del Contribuente.

Leggi dopo

Le principali disposizioni normative contenute nel Decreto "rilancio" riferite agli enti territoriali

09 Luglio 2020 | di Giuseppe Durante

IMU

L’articolato normativo contenuto nel Decreto Rilancio n. 34 del 19 maggio 2020 entrato in vigore proprio il 19 maggio del 2020 previa pubblicazione in G.U. n. 128 del 19 maggio 2020 si è sicuramente contraddistinto per la sua mole in termini di contenuti.

Leggi dopo

Ecobonus, sismabonus, impianti fotovoltaici e colonnine con detrazione del 110%: è possibile effettuare interventi gratuiti

08 Luglio 2020 | di Francesco Spina

Decreto Legge 19 maggio 2020 n. 34 (c.d. decreto “Rilancio”)

Detrazioni per ristrutturazioni edilizie

Superbonus edilizi per le spese sostenute dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021. L'art. 119 del DL 19.5.2020 n. 34 (c.d. decreto “Rilancio”), pubblicato nel S.O. n. 21 alla G.U. 19.5.2020 n. 128, prevede il potenziamento delle agevolazioni attualmente esistenti per determinati interventi finalizzati alla massimizzazione del rendimento energetico degli edifici esistenti (si tratta del cosiddetto (“Ecobonus”). Si ha diritto al maxi ecobonus (detrazioni fiscali al 110%) solo per interventi a carattere strutturale e solo se si migliora la classe energetica degli edifici di due livelli. E se tale risultato non fosse possibile, è sufficiente che i lavori conseguano la classe energetica più alta. Il super sismabonus (riduzione del rischio sismico), invece, può essere ceduto ad una società assicurativa nel caso si stipuli una polizza a copertura di eventi calamitosi. Le due agevolazioni possono essere fruite direttamente o, per chi ha problemi di liquidità, possono essere cedute o può essere richiesto lo sconto in fattura (v. artt. 121 e 122).

Leggi dopo

Pagine