Casi e sentenze di merito

Casi e sentenze di merito

Non configura la “cessione spezzatino” la cessione dei beni aziendali seguita dalla cessione d'azienda

18 Luglio 2018 | di La Redazione

CTR Emilia Romagna

Cessione d'azienda

La cessione delle rimanenze di magazzino, avvenuta nel biennio antecedente alla cessione di azienda, deve considerarsi come un’autonoma cessione di beni aziendali soggetta ad un distinto regime impositivo (Iva) rispetto alla successiva cessione di azienda...

Leggi dopo

Il differenziale negativo derivante dai contratti di pronto contro termine non è onere passivo della banca

17 Luglio 2018 | di La Redazione

CTR Piemonte

Interessi

L’art. 89, comma 6, d.P.R. n. 917/1986, si occupa unicamente dell’individuazione dell’esercizio in cui assumono rilevanza fiscale i componenti derivanti dal contratto di pronti contro termine, rappresentati dalla differenza tra il corrispettivo a pronti e quello a termine....

Leggi dopo

I contributi consortili sono dovuti per il solo fatto dell’inclusione dell’immobile nel perimetro consortile

16 Luglio 2018 | di La Redazione

CTR Lombardia

Consorzi e società consortili

L’obbligo del pagamento dei contributi consortili si impone al contribuente per il solo fatto di essere proprietario di immobili ricadenti nel perimetro consortile, atteso che questo fatto, di per sé, comporta la configurabilità di un vantaggio...

Leggi dopo

Calcolo della franchigia ai fini dell’imposta di successione: non si applica il cumulo delle donazioni precedenti

13 Luglio 2018 | di La Redazione

CTP Rimini

Imposta sulle successioni e donazioni

L’istituto del "coacervo" previsto dal D.Lgs. n. 346/1990, art. 8, comma 4, secondo cui il valore globale netto dell’asse ereditario è maggiorato, ai soli fini della determinazione delle aliquote applicabili, di un importo pari al valore attuale complessivo...

Leggi dopo

Raddoppio dei termini: la notifica degli avvisi segna lo spartiacque della disciplina applicabile

12 Luglio 2018 | di La Redazione

CTR Sicilia, Palermo

Avviso di accertamento

In tema di accertamento tributario, i termini previsti dagli artt. 43 del d.P.R. n. 600/1973 per l’IRPEF e 57 del d.P.R. n. 633/1972 per l’IVA, nella versione applicabile "ratione temporis", sono raddoppiati in presenza di seri indizi di reato...

Leggi dopo

Rimborsabili i costi delle fideiussioni stipulate prima dell’entrata in vigore dello Statuto

11 Luglio 2018 | di La Redazione

CTP Bologna

Fideiussione

L’art. 8, comma 4, della Legge n. 212/2000, che impone all’Amministrazione finanziaria di rimborsare il costo delle fideiussioni richieste dal contribuente per ottenere la sospensione del pagamento o la rateizzazione o il rimborso dei tributi...

Leggi dopo

Rapporto società/amministratore: le sanzioni amministrative sono a carico della società

10 Luglio 2018 | di La Redazione

CTP Milano

Sanzioni

Ove sia dimostrato che la persona giuridica sia stata costituita artificiosamente, a fini illeciti, le sanzioni amministrative tributarie possono essere irrogate nei confronti della persona fisica che abbia beneficiato materialmente delle violazioni contestate...

Leggi dopo

È inesistente la notifica del ricorso tramite PEC effettuata in assenza della disciplina normativa

09 Luglio 2018 | di La Redazione

CTP Caltanissetta

PEC

È inesistente la notifica del ricorso introduttivo effettuata tramite PEC effettuata prima dell’entrata in vigore del DM. 15 dicembre 2016, il quale ha stabilito l’avvio del PTT in via sperimentale anche per le commissioni tributarie provinciali e regionali della Sicilia...

Leggi dopo

Sono deducibili i costi esposti in fatture che riferiscono l’operazione a soggetti diversi da quelli effettivi

06 Luglio 2018 | di La Redazione

CTR Marche

Emissione di fatture o altri documenti per operazioni inesistenti

Ai sensi dell’art. 14, comma 4-bis della L. n. 537/1993, non si può contestare al contribuente l’indeducibilità dei costi per il solo fatto che essi siano esposti in fatture c.d. "soggettivamente inesistenti" e ciò in quanto il coinvolgimento...

Leggi dopo

L’atto enunciato sconta l’imposta di registro in misura proporzionale

05 Luglio 2018 | di La Redazione

CTR Lombardia, Milano

Imposta di registro

La scrittura privata enunciata in un decreto ingiuntivo (nella specie, atto di riconoscimento del debito) deve essere registrata, ai sensi del combinato disposto degli artt. 22 del d.P.R. n. 131/1986...

Leggi dopo

Pagine