PTT
Focus Focus

Le notifiche via PEC degli atti impositivi (prima parte): il formato dei file digitali

08 Gennaio 2018 | di Marco Ligrani

Processo telematico

Dopo l'estensione, dal 1° luglio 2017, anche agli avvisi di accertamento emessi dall'Agenzia delle Entrate, la notifica degli atti impo-esattivi a mezzo posta elettronica certificata è, oramai, largamente diffusa in ambito tributario. Non sempre, però, la modalità utilizzata dagli uffici risponde alle specifiche tecniche previste per legge: per questa ragione, le prime sentenze delle Commissioni Tributarie hanno dichiarato la nullità degli avvisi e delle cartelle notificate via PEC, quando siano risultate non conformi al formato p7m.

Leggi dopo
Casi e sentenze di merito Casi e sentenze di merito

Notifica via PEC: l'eccezione di nullità della cartella è sanata dalla costituzione in giudizio

02 Gennaio 2018 | di La Redazione

CTP Ascoli Piceno

PEC

In merito all’impugnazione delle cartelle esattoriali è infondata l’eccezione di nullità e/o inesistenza delle stesse, perché notificate a mezzo PEC...

Leggi dopo
Casi e sentenze di merito Casi e sentenze di merito

Se il ricorso viene depositato in forma cartacea, nessuno spazio al processo on-line

20 Dicembre 2017 | di La Redazione

CTP Reggio Emilia

Processo telematico

Non può dirsi validamente costituita in giudizio l’Agenzia che, a fronte del ricorso depositato dal contribuente in forma cartacea...

Leggi dopo
Casi e sentenze di merito Casi e sentenze di merito

Cartella via PEC: va notificata copia informatica di documento analogico

18 Dicembre 2017 | di La Redazione

CTP La Spezia

PEC

È nulla la cartella di pagamento notificata tramite PEC, laddove si tratti di una copia informatica di un documento analogico, vale a dire della cartella cartacea poi sottoposta a scansione...

Leggi dopo
Giurisprudenza commentata Giurisprudenza commentata

Processo tributario telematico (PTT). Digitale o cartaceo? L'alternativa che condiziona le parti

14 Dicembre 2017 | di Domenico Chindemi

CTP Reggio Emilia

Processo telematico

Nel processo tributario il sistema si ricostruisce nel senso che se il ricorso è introdotto tramite PEC la costituzione in giudizio del ricorrente e della parte resistente debba avvenire in modo telematico, cioè tramite il sistema Si.Gi.t., mentre nel caso in cui il ricorso sia stato introdotto in modo "cartaceo", cioè con deposito presso la controparte od invio tramite posta alla stessa, anche la costituzione in giudizio del ricorrente e della parte resistente debba avvenire in modo cartaceo.

Leggi dopo
News News

Megabyte potenziati per gli invii telematici

11 Dicembre 2017 | di La Redazione

Processo telematico

Dal Dipartimento delle Finanze: un nuovo Decreto consente di trasmettere file di dimensioni maggiori e di superare anche i limiti previsti per gli invii PEC.

Leggi dopo
News News

Cartella con notifica PEC: valida anche senza necessità della relata di notifica

01 Dicembre 2017 | di La Redazione

Cass. civ.

Cartelle esattoriali

La Corte di Cassazione, con l’ordinanza n. 28399/2017, ha ricordato che la cartella di pagamento notificata dall’Agenzia delle Entrate-Riscossione tramite PEC è valida.

Leggi dopo
Focus Focus

Il processo tributario telematico: la normativa di riferimento e gli aspetti tecnici

03 Novembre 2017 | di Marco Ligrani

Processo telematico

Dopo l’avvio della fase sperimentale avvenuto nello scorso anno, il processo tributario telematico è, oramai, attivo in tutte le regioni d’Italia e, per il momento, rappresenta solo un’alternativa alla modalità “tradizionale” cartacea, in attesa di diventare, ben presto, l’unica modalità possibile. Il processo tributario, pertanto, si avvia a viaggiare sui binari della telematica, senza dimenticare, tuttavia, che le regole processuali restano le stesse e che, pertanto, occorre prestare la massima attenzione a che la nuova modalità telematica non comprometta la validità degli atti.

Leggi dopo
Casi e sentenze di merito Casi e sentenze di merito

Estromessa la documentazione prodotta in giudizio se il deposito digitale è irrituale

20 Ottobre 2017 | di La Redazione

CTP Milano

Processo telematico

La costituzione in giudizio, tardiva o irrituale della parte resistente non ne comporta l'inammissibilità, ma la decadenza dalla facoltà di proporre eccezioni processuali e di merito, che non siano rilevabili d'ufficio, dovendole riconoscersi il diritto di difendersi così come previsto dall'art. 24 Cost...

Leggi dopo
Casi e sentenze di merito Casi e sentenze di merito

Se il formato del documento informatico non garantisce l'immodificabilità, la notifica PEC non è valida

06 Settembre 2017 | di La Redazione

CTP Reggio Emilia

PEC

In tema di notifica via PEC dell'atto impositivo viene srtabilito che con il semplice formato PDF non viene prodotto l’originale...

Leggi dopo

Pagine