Bussola

Terreni

Sommario

Inquadramento | I terreni agricoli | Il Reddito Dominicale | La determinazione del reddito dominicale | Il Reddito Agrario | La determinazione del reddito agrario | L'IMU sui terreni agricoli e fabbricati rurali | Fabbricati rurali | L'Area Fabbricabile | Determinazione della base imponibile per le aree fabbricabili | L'IMU per le aree fabbricabili | Le aree pertinenziali | IVA, imposta di registro, imposte ipotecaria e catastale | La rivalutazione dei terreni | Il presupposto oggettivo e l’ambito soggettivo | L’imposta sostitutiva e il relativo versamento | La perizia | Le indicazioni in Unico | Assegnazione e cessione agevolata | Riferimenti |

 

  Il quadro normativo relativo alle agevolazioni fiscali per l’acquisto di terreni agricoli ha subito, nel corso degli anni, una serie di modifiche e correzioni. Tali agevolazioni, al fine di incentivare la formazione della piccola proprietà contadina, prevedevano in caso di acquisto di un terreno agricolo un’imposta di registro fissa, l’imposta di trascrizione fissa e l’imposta catastale all’1%.     La normativa di riferimento, più volte prorogata negli anni, era contenuta nella Legge n. 604/1954. 
A partire dall’anno 2010, la Legge n. 25/2010 di conversione del D.L. n. 194/2009, pur confermando nella sostanza le agevolazioni previste dalla Legge n. 604/1954, ha semplificato ed ampliato l’ambito di applicazione delle agevolazioni appena descritte.   Tale normativa, infatti, ha introdotto alcune novità riguardo a: requisiti soggettivi: le agevolazioni fiscali sono previste solo in caso di acquisto da parte di imprenditori agricoli professionali o coltivatori diretti che siano iscritti alle relative previdenze; requisiti oggettivi: le agevolazioni fiscali sono previste solo in caso di trasferimento a titolo oneroso di terreni qualificati agricoli in base a strumenti urbanistici vigenti; decadenza: si decade dalle agevolazioni fiscali se, prima che siano trascorsi cinque an...

Leggi dopo

Le Bussole correlate >