Bussola

Rappresentante fiscale

06 Ottobre 2014 |

Sommario

Inquadramento | Introduzione | Nomina | Principali caratteristiche e adempimenti | Riferimenti |

 

La considerazione del mondo come un unico grande mercato, ha  creato l’esigenza  di trovare il modo di poter operare economicamente in molti Stati.
Il soggetto non residente che effettua nel territorio dello Stato operazioni rilevanti ai fini Iva può farsi identificare direttamente in base a quanto disposto dall’articolo 35 del D.P.R. 633/72, oppure può nominare secondo quanto disposto dall’articolo 1 del D.P.R. n. 441/97 un rappresentante fiscale residente nello Stato. La nomina può essere:
- obbligatoria;
- facoltativa. Il primo caso ricorre quando l’operazione che avviene nel territorio nazionale, deve essere assoggettata ad IVA con i relativi obblighi previsti a carico del soggetto non residente. Risulta facoltativa allorquando permette al soggetto non residente di far valere un diritto che di solito consiste nella possibilità di dedurre l’IVA pagata sugli acquisti.
Possono essere nominati rappresentanti fiscali sia una persona fisica che una persona giuridica residenti nel territorio dello Stato. La nomina deve risultare da:
- atto pubblico;
- scrittura privata autenticata;
- o lettera annotata in apposito registro tenuto presso l’Agenzia delle Entrate. La nomina del rappresentante fiscale deve essere comunicata all’altro contraente ante...

Leggi dopo