Bussola

Omessa dichiarazione

15 Dicembre 2016 |

Sommario

Inquadramento | Caratteristiche delle sanzioni | Cause di non punibilità | Criteri di determinazione della sanzione | Irrogazione della sanzione | L’omessa dichiarazione | Sanzioni amministrative per omessa dichiarazione dei redditi e dell’IRAP | Sanzioni amministrative per omessa presentazione della dichiarazione IVA | Sanzioni penali | Ravvedimento operoso | Novità in tema di dichiarazioni ex D.L. n. 193/2016 | Riferimenti |

 

Nei casi di omessa presentazione delle dichiarazioni delle imposte dirette e di imposta sul valore aggiunto sono previste delle sanzioni amministrative e penali, precisamente disciplinate dai seguenti decreti legislativi: D.Lgs. n. 74/2000, art. 5, comma 2, contenente la disciplina dei reati in materia di imposte sui redditi e di imposta sul valore aggiunto; D.Lgs. n. 471/1997, contenente la "Riforma delle sanzioni tributarie non penali in materia di imposte dirette, di imposta sul valore aggiunto e di riscossione dei tributi, a norma dell’articolo 3, comma 133, lettera q), della Legge 23 dicembre 1996, n. 662"; D.Lgs. n. 472/1997, "Disposizioni generali in materia di sanzioni amministrative per le violazioni di norme tributarie, a norma dell’art. 3, comma 133, della Legge 23 dicembre 1996, n. 662".   Le sanzioni amministrative per la violazione di norme tributarie, previste dai decreti sopra elencati, sono la sanzione pecuniaria e le sanzioni accessorie indicate nell’art. 21, che possono essere irrogate solo nei casi specificamente previsti. La sanzione è riferibile alla persona fisica che ha commesso o concorso a commettere la violazione, come sancito dall’art. 2, comma 2, del D.Lgs. n. 472/97. Inoltre, per la presentazione della dichiarazione dei redditi, è prevista la poss...

Leggi dopo