Bussola

Istanza di voluntary disclosure

Sommario

Inquadramento | Accesso alla procedura | Compilazione dell'istanza | Prima pagina | Seconda pagina | Riapertura dei termini di accesso alla voluntary disclosure | Riferimenti |

 

Per accedere alla procedura di collaborazione volontaria di cui alla Legge n. 186 del 15 dicembre 2014 entrata in vigore il 1° gennaio 2015, è necessario trasmettere telematicamente un'istanza attraverso la quale il soggetto interessato manifesta la sua intenzione ad aderire. Il modello si compone di due pagine, la prima delle quali rappresenta una sorta di frontespizio dove vanno indicati prevalentemente: i dati anagrafici del contribuente, i dati del professionista che invia l’istanza, l’eventuale opzione per il calcolo forfettario dei rendimenti delle attività finanziarie, la firma del soggetto aderente, il numero dei moduli compilati e le sezioni compilate.
La seconda pagina si compone invece di cinque sezioni dove vanno indicati: i soggetti collegati, le attività estere oggetto di violazione degli obblighi sul monitoraggio fiscale, i nuovi investimenti all’estero suddivisi per anno oggetto di emersione, le attività estere esistenti alla data di emersione, i maggiori imponibili ai fini delle imposte sui redditi, dell’IRAP, dell’IVA, delle ritenute non operate dei contributi previdenziali e delle imposte sostitutive.

Leggi dopo