Bussola

Giurisdizione e competenza

Sommario

Inquadramento | L’oggetto della giurisdizione tributaria | La natura di tributo | Accessori, sanzioni, questioni incidentali e atti dell’esecuzione | “Limiti interni” | Il difetto di giurisdizione | Il regolamento preventivo di giurisdizione | La competenza del Giudice tributario | Riferimenti |

 

Le regole processuali in materia di giurisdizione e competenza sono quelle che, in base a quanto previsto dall’art. 25 Cost., concorrono all’individuazione del “giudice naturale” di una vertenza. Il rilievo costituzionale del tema giustifica la centralità assunta in proposito dalla giurisprudenza della Consulta. In particolare, le regole sulla giurisdizione individuano: in primo luogo, i confini tra gli interessi che sono “giustiziabili” e quelli che non lo sono (perché non contemplati dalle norme di diritto positivo); in secondo luogo, i confini tra la cognizione del Giudice ordinario, del Giudice amministrativo e dei Giudici speciali (quali le Commissioni Tributarie, la Corte dei Conti e il Tribunale delle acque pubbliche).   Una volta individuata la giurisdizione, le regole in tema di competenza concorrono all’individuazione del singolo organo giudicante presso il quale, in concreto, dovrà essere incardinato il giudizio; nel processo tributario la materia del contendere e il suo valore non dispiegano effetti sulla competenza, che si determina sulla base del solo criterio territoriale. L’attuazione concreta di siffatto riparto è assicurata, poi, dalle regole processuali che stabiliscono le modalità in base alle quali può essere sollevato il difetto di giurisdizione o di comp...

Leggi dopo