Bussola

Fusione d'azienda

Sommario

Inquadramento | Fusione di cooperative | Il procedimento di fusione | Gli aspetti contabili della fusione | Aspetti fiscali della fusione | Le perdite pregresse delle società partecipanti alla fusione | La retrodatazione della fusione | Diritti ed obblighi ai fini delle imposte sui redditi | Imposte indirette | Riferimenti |

 

L’operazione straordinaria della fusione tendenzialmente è il mezzo di sviluppo di tipo “esterno” delle dimensioni dell’impresa. Lo sviluppo può essere interno se volto all’accrescimento ad esempio dell’organizzazione produttiva, amministrativa, di ricerca dell’impresa ed invece è detto esterno se si tende ad acquisire maggiori dimensioni attraverso operazioni agglomeranti una o più imprese anche con la creazione di nuovi organismi economici.
La fusione, codificata dal codice civile dagli articoli 2501-2505 quater, può eseguirsi mediante costituzione di una nuova società  o mediante incorporazione di una o più società. Nel primo caso si parla di fusione propria o fusione per unione, nel secondo caso si parla di fusione per incorporazione.   La fusione in particolare è l’operazione con la quale una sola società  sostituisce  una pluralità di società. Le principali motivazioni economico aziendali che inducono i soggetti giuridici a porre in essere una operazione di fusione sono diverse e possono essere riassunte in: - accrescimento delle dimensioni aziendali;
- aumento della produttività: esercitando  economie di scala, o cercando una maggiore efficienza tecnico-economica con lo sfruttamento e l’utilizzo ottimale di impianti industriali o con l’integrazione di due o pi...

Leggi dopo