Bussola

Esportatore abituale

19 Luglio 2016 |

Sommario

Inquadramento | Lo status di esportatore abituale | Plafond | Il trasferimento dello “status” di esportatore abituale | La dichiarazione d'intento | La verifica dell’avvenuta presentazione | Riferimenti |

 

Scheda in fase di aggiornamento autorale di prossima pubblicazione   Sono esportatori abituali le imprese che effettuano operazioni internazionali, sia al di fuori dell’Unione Europea che al proprio interno, per almeno una determinata percentuale stabilita per legge. Tale status concede all’impresa la facoltà entro il limite del cosiddetto plafond di effettuare acquisti senza l’addebito dell’imposta sul valore aggiunto.
Il limite annuale di acquisti senza applicazione dell’IVA può essere determinato secondo due differenti metodologie: la prima è chiamata metodo del plafond fisso, mentre la secondo plafond mobile.

Leggi dopo