Bussola

Detrazioni per risparmio energetico

Sommario

Inquadramento | Requisiti per accedere all'Eco bonus | Soggetti ammessi al beneficio | Adempimenti da osservare | Modello Unico | Altre novità introdotte dalla legge di stabilità 2016 | Riferimenti |

 

L’articolo 1 comma 344 della legge 27 dicembre 2006 n. 296 ha introdotto le detrazioni di imposta in misura pari al 55% delle spese per interventi volti alla riqualificazione energetica di edifici esistenti. Il legislatore è poi intervenuto in successive fasi per prorogare l’agevolazione fiscale negli anni successivi. Con l’articolo 14 del Decreto Legge del 4 giugno 2013 n. 63 è stata innalzata l’aliquota al 65% per le spese sostenute dal 6 giugno 2013 e fino al 31 dicembre 2013 con l’esclusione degli interventi di sostituzione di impianti di riscaldamento con pompe di calore ad alta efficienza e con impianti geotermici a bassa entalpia e di sostituzione di scaldacqua tradizionali con scaldacqua a pompe di calore dedicati alla produzione di acqua calda sanitaria.   La detrazione fiscale suddetta si applica anche alle spese sostenute per gli interventi relativi alle parti comuni degli edifici condominiali di cui agli articoli 1117 e 1117-bis del codice civile. Nel caso di interventi su parti comuni condominiali o interessanti tutte le unità immobiliari componenti il condominio l’aumento della detrazione dal 55% al 65% si applica dal 6 giugno 2013 fino al 30 giugno 2014. La Legge di Stabilità n. 190 del 23 dicembre 2014 prevede per il 2015 la proroga della agevolazione fiscale p...

Leggi dopo