Bussola

Comunicazioni e notificazioni

28 Febbraio 2017 |

Sommario

Inquadramento | Comunicazioni e notificazione nel contenzioso tributario | La spedizione a mezzo posta | I termini | Il regime delle nullità | Il luogo delle comunicazioni e notificazioni | Il processo telematico | Riferimenti |

 

La notificazione é il procedimento con cui formalmente e legalmente si porta a conoscenza di uno o più destinatari predeterminati l'esistenza di un dato fatto od atto che lo riguarda: è il solo mezzo utilizzabile dalle parti processuali per rendere giuridicamente riconoscibili determinati atti o notizie dai destinatari a carico dei quali  fa sorgere una serie di poteri, diritti, oneri ed obblighi sostanziali e/o processuali.   La sua funzione è di raggiungere la prova se non della conoscenza effettiva, almeno della conoscibilità, dell’esistenza e del contenuto dell’atto notificato. La notificazione deve essere effettuata da soggetto abilitato: ufficiale giudiziario o agente postale che, nel consegnare l'atto, stendono la relata di notifica o compilano l’avviso di ricevimento. La comunicazione indica l’attività del cancelliere diretta a dar notizia dei provvedimenti del giudice; concerne la sentenza e, se pronunziata fuori dell’udienza, l’ordinanza: dalla comunicazione della sentenza decorre il termine per l’impugnazione della sentenza medesima. Le norme che regolano la materia nel processo tributario  sono gli artt. 16 e 16-bis e 17, D.Lgs. n. 546/92, così come  modificati dall’art. 9, comma 1, lett. h), D.Lgs. 24 settembre 2015, n. 156, con  decorrenza dal 1° gennaio 2016.   ...

Leggi dopo

Esplora i contenuti più recenti su questo argomento