News

Tributi speciali a breve nel modello F24

A partire dal prossimo 1° settembre il Modello F24 ospiterà anche i tributi speciali di cui ai titoli I e II della tabella A allegata al D.L. n. 533/54. Così stabilisce il Provvedimento diffuso nel pomeriggio di ieri dall’Agenzia delle Entrate. Adeguandosi all’esigenza di razionalizzazione delle modalità di pagamento, l’Amministrazione finanziaria ha deciso di estendere ai menzionati tributi speciali le modalità di versamento tramite F24, modello che “garantisce una maggiore efficienza nella gestione dei tributi e rappresenta un ulteriore progresso verso la semplificazione degli adempimenti fiscali dei contribuenti”.

 

La novità, operativa dal 1° settembre, rispetta anche un periodo transitorio, durante il quale potrà ancora essere utilizzato il modello F23, secondo le attuali modalità. Fino al 31 dicembre 2016 si potrà infatti scegliere se utilizzare alternativamente il modello F23 o il modello F24. Per gli atti emessi dagli uffici dell’Agenzia delle Entrate, i pagamenti devono essere effettuati utilizzando esclusivamente il tipo di modello di pagamento allegato o indicato negli atti stessi.

 

Resta comunque valida ed efficace la possibilità di versare i tributi speciali tramite l’apposizione del contrassegno telematico in uso per l’assolvimento dell’imposta di bollo ex art. 3, comma 3, D.M. del 9 dicembre del 1997 del Ministero delle Finanze.

 

Una prossima Risoluzione delle Entrate istituirà gli appositi codici tributo e impartirà le istruzioni per la compilazione dei modelli di pagamento.   

Leggi dopo