News

Le risposte dell’Agenzia su Rottamazione-bis

19 Giugno 2018 |

Agenzia Entrate Riscossione

Cartelle esattoriali

Sono in arrivo le risposte dell’Agenzia delle Entrate ai contribuenti che hanno fatto istanza di adesione alla rottamazione bis delle cartelle. L’Agenzia delle Entrate Riscossione ha informato ieri dell’invio delle “Comunicazione delle somme dovute”, questo il nome degli avvisi, che informano sull’accoglimento o l’eventuale rigetto della adesione, così come su possibili debiti che, per legge, non possono rientrare nella definizione agevolata, sugli importi da pagare e sulla data entro cui effettuare il pagamento.

 

La comunicazione – si legge in una nota della Riscossione – contiene anche i bollettini di pagamento in base alla scelta effettuata (da una a un massimo di 5 rate nel caso di cartelle relative a carichi affidati in riscossione nell’anno 2017 oppure da una a un massimo di 3 rate nel caso di cartelle contenenti carichi affidati dal 1° gennaio 2000 al 31 dicembre 2016) dal contribuente al momento della compilazione del modulo di richiesta, oltre al modulo per l’addebito in conto corrente”.

 

Ai contribuenti che avevano cartelle che erano ricomprese in rateizzazioni in corso al 24 ottobre 2016 e non erano al corrente con i pagamenti delle rate in scadenza a tutto il 31 dicembre 2016, viene anche una nuova comunicazione (identificabile con la lettera C8) con l’importo da pagare, entro il 31 luglio 2018, affinché il debito residuo di queste cartelle possa successivamente essere oggetto di definizione agevolata. “A tal fine – scrivono dalla Riscossione – dopo aver verificato l’avvenuto pagamento di quanto richiesto con la comunicazione C8, Agenzia delle entrate-Riscossione, invierà, entro il 30 settembre una nuova comunicazione delle somme dovute per poter rottamare anche queste cartelle.

 

Copia della comunicazione ricevuta potrà essere richiesta, a partire da luglio, sul portale dell’Ente, mentre nell’area riservata sarà possibile scaricarla direttamente.

Leggi dopo