News

IVA: il Parlamento Europeo avvia il pagamento on-line

La giornata di ieri ha visto il Parlamento Europeo esprimersi su due atti legislativi volti a migliorare ed aggiornare le norme sul pagamento dell’IVA, in modo da estendere le tipologie di imprese ammesse al versamento on-line.

 

Tali interventi oggetto di votazione si innestano in un progetto di revisione ampia del sistema IVA che vuole semplificare le procedure di versamento, favorire le imprese e ridurre il gap tra gettito IVA previsto e quello che effettivamente entra nelle casse degli Stati Membri.

 

Nello specifico, la prima proposta prevede un’estensione dei servizi di pagamento dell’IVA on-line anche per le imprese che vendono beni e servizi non elettronici. L’atto legislativo, approvato dagli eurodeputati con 540 voti favorevoli, 30 contrari e 68 astensioni, mira ad estendere l’utilizzo del sistema MOSS (il portale per la trasmissione delle dichiarazioni IVA) anche alle suddette imprese in modo da ridurre i costi, aumentare le entrate IVA, permettere loro di beneficiare di un metodo di calcolo e pagamento dell’IVA più efficiente che permetta il versamento in un unico Stato membro dell’importo dovuto per tutte le vendite effettuate nel contesto europeo.

 

La seconda misura votata (che ha ricevuto 576 sì, 30 no e 32 astensioni) è volta a migliorare lo scambio di informazioni tra le autorità fiscali, in modo da avere un quadro completo delle informazioni sui soggetti d’imposta.

Leggi dopo

Le Bussole correlate >