News

Il MEF diffonde il Bollettino delle entrate tributarie: crescita del 2,4%

 

Nei primi cinque mesi di quest’anno le entrate tributarie sono cresciute del 2,4%, un risultato raggiunto dalla somma dell’andamento delle imposte dirette (+3,3%) e di quelle indirette (+1,5%). Questo quanto emerge dall’ultimo Bollettino delle entrate tributarie diffuso ieri dal Ministero dell’Economia.

Tra le entrate che hanno subito una maggiore crescita figura l’imposta sostitutiva sui redditi da capitale e sulle plusvalenze, aumentata del +49,9%, per effetto del versamento nel mese di febbraio dell’imposta sui risultati della gestione individuale di portafoglio in regime di risparmio gestito, che riflette la performance positiva dei mercati nel corso del 2017. Significativo anche il gettito dell’imposta sostitutiva sul valore dell’attivo dei fondi pensione (+39,9%) che evidenzia i risultati positivi dei rendimenti medi ottenuti nel 2017 dalle diverse tipologie di forme pensionistiche complementari. Positivo l’andamento dell’IRES che registra una crescita di 265 milioni di euro (+17,6%). Alle casse dello Stato nei primi cinque mesi dell’anno è invece venuto a mancare il gettito derivante dalle imposte sulle assicurazioni (-76,7%) a causa dello spostamento dei termini di versamento (da maggio a novembre) dell’acconto dell’imposta, così come previsto dalla Legge di Bilancio per il 2018 (Legge n. 205/2017). 

 

Le entrate tributarie derivanti dalle attività di accertamento e controllo si sono attestate a 3.878 milioni (+291 milioni di euro, pari a +8,1%) di cui: 1.993 milioni di euro (–214 milioni di euro, –9,7%) sono affluiti dalle imposte dirette e 1.885 milioni di euro (+505 milioni di euro, +36,6%) dalle imposte indirette.

Leggi dopo