News

Dichiarazioni delle società di capitali in crescita rispetto al precedente anno

 

Nell’anno d’imposta 2017 le dichiarazioni delle società di capitali sono state 1.197.563, in crescita rispetto all’anno precedente (+2,7%). Il 63% dei soggetti ha dichiarato un reddito d’impresa rilevante ai fini fiscali, mentre il 30% ha dichiarato una perdita e il 7% ha chiuso l’esercizio in pareggio. Il reddito fiscale dichiarato, pari a 173,3 miliardi di euro, mostra un consistente incremento (+6,1%). L'imponibile dichiarato è pari a 143,1 miliardi di euro (+17,7% rispetto al 2016).

I dati sono contenuti nelle statistiche elaborate dal Dipartimento delle Finanze sulla base delle dichiarazioni IRES e IRAP relative all'anno d'imposta 2017, presentate nel corso degli anni 2018 e 2019.

Sul fronte delle deduzioni, le società di capitali con diritto alla deduzione ACE sono oltre 320.400 (+0,8% rispetto al 2016), per un ammontare di deduzione spettante di 18,3 miliardi di euro. Gli interessi passivi di periodo iscritti in bilancio ammontano a 33,1 miliardi di euro (-4,7% rispetto al 2016), mentre quelli afferenti a periodi precedenti, e riportabili in quanto non dedotti precedentemente, ammontano a 39,4 miliardi di euro (+0,8% rispetto al 2016). La quota di interessi deducibili (comprensiva di quelli dei periodi precedenti) è pari a circa 27,6 miliardi di euro (38,1% del totale). Per quanto concerne le agevolazioni, oltre 1.200 società hanno utilizzato la cd “Patent box” per un ammontare di reddito detassato e plusvalenze esenti pari a 2,9 miliardi di euro (2,1 volte il valore del 2016). Il super-ammortamento è stata fruito da 258.126 soggetti per un ammontare di 4,7 miliardi di euro, l'iper-ammortamento da oltre 8.300 soggetti, per un ammontare di circa 418 milioni di euro.

Per quanto concerne l'IRAP, il numero dei soggetti che hanno presentato la dichiarazione per l’anno d’imposta 2017 è pari a 3.819.984 (-3,6% rispetto al 2016). La contrazione ha interessato in misura prevalente le persone fisiche (-7,3% rispetto al 2016), a causa della crescente adesione al regime forfetario, e le società di persone (-4,3% rispetto al 2016).

 

Leggi dopo