News

Avviso dell’errore bloccante non ricevuto: cartella annullata

Che succede se il contribuente non ha ricevuto l’avviso dell’”errore bloccante” incorso alla dichiarazione trasmessa telematicamente?

La Corte di Cassazione non ha dubbi: la cartella di pagamento deve essere annullata. È quanto asserito dai Giudici della Corte con l’ordinanza del 30 gennaio 2018 n. 2253.

 

La Suprema Corte ha respinto il ricorso dell’Agenzia delle Entrate avverso un contribuente: in breve, l’uomo, affermando di aver documentato la trasmissione della dichiarazione – scartata da un “errore bloccante” – lamentava il disconoscimento del credito d'imposta maturato nel 2001. L’Agenzia delle Entrate sosteneva la differenza tra l’avvenuta trasmissione della dichiarazione e la sua acquisizione: l’operazione non era infatti stata completata.

 

«La sentenza [di merito] si fonda sul fatto che, dopo la trasmissione e la ricezione della dichiarazione, all’intermediario non sia stato comunicato che essa fosse affetta da errore bloccante – hanno osservato i giudici di piazza Cavour – tale aspetto non è stato contestato dalla odierna ricorrente». I giudici hanno avuto modo di evidenziare che, in assenza di una comunicazione di un errore bloccante da parte dell’amministrazione, il contribuente ben poteva ritenere che la dichiarazione fosse stata acquisita e non scartata; era quindi onere del Fisco dar prova di aver comunicato all’intermediario l’anomalia riscontrata, cosa che, tuttavia, non era avvenuta. Di conseguenza, il ricorso delle Entrate è stato respinto.

Leggi dopo