News

Al restyling il bollettino delle entrate tributarie internazionali curato dal MEF

Il sito del Dipartimento Finanze ha pubblicato il Bollettino delle Entrate Tributarie internazionali dell’intero anno 2017 e il Bollettino delle Entrate Tributarie internazionali di gennaio 2018. A partire da gennaio il Bollettino assume una nuova veste grafica e propone contenuti arricchiti.

 

il Bollettino si presenta strutturato in tre sezioni

 

«La prima – osserva il Ministero in una nota – analizza il gettito tributario attraverso un confronto sull’andamento tendenziale del totale delle entrate e delle sole entrate derivanti dall’IVA. La seconda sezione è dedicata all’approfondimento della politica fiscale nei paesi dell’Unione Europea. Sarà quindi una sezione tematica con lo scopo di evidenziare le scelte di politica fiscale adottate nello spazio europeo e gli impatti, non solo di natura fiscale, osservati sui relativi settori di intervento. Nella terza sezione si mostra l’evoluzione del quadro congiunturale dei paesi oggetto di osservazione e si descrive l’andamento tendenziale di alcune variabili macroeconomiche tra cui il PIL, il tasso di inflazione, il tasso di disoccupazione, il livello dei consumi finali e della spesa pubblica, l’andamento della produzione industriale e la variazione dello stock di debito pubblico commisurato al PIL».

 

Per quanto concerne l’Italia, i dati forniti dall’aggiornamento relativo al mese di gennaio 2018 rivelano che il gettito tributario cresce dell’1,2%, proseguendo il trend positivo osservato da gennaio 2015. Le entrate IVA presentano invece una flessione per il nostro paese (-3,9%), rispetto invece ai segni positivi riportati da altre nazioni dell’Unione quali Portogallo e Irlanda (+7,3% e 5,7%), Germania (+1,6%) e Inghilterra (+1,4%). Si tratta per la prima volta di una flessione tendenziale dopo ben trentatré mesi di costanti variazioni positive. Mostra una lieve diminuzione anche il gettito delle imposte indirette (- 0,7%).

Leggi dopo