Giurisprudenza commentata

Sono deducibili i costi relativi a operazioni soggettivamente inesistenti

Sommario

Massima | Il caso | La questione | Le soluzioni giuridiche | Osservazioni |

 

Sono deducibili i costi delle operazioni soggettivamente inesistenti - inseriti o meno in una frode carosello - per il solo fatto che siano stati sostenuti, anche nell'ipotesi in cui l'acquirente sia consapevole del carattere fraudolento delle operazioni, salvo che si tratti di costi in contrasto con i principi di effettività, inerenza, competenza, certezza, determinatezza e determinabilità oppure di costi relativi a beni o servizi direttamente utilizzati per il compimento di un delitto non colposo.

Leggi dopo