Giurisprudenza commentata

Pieghi sigillati e borse: solo in caso di apertura coattiva è necessaria l'autorizzazione del PM

15 Gennaio 2019 |

Cass. civ., sez. trib.

Verifiche fiscali

Sommario

Massima | Il caso | La questione | Le soluzioni giuridiche | Osservazioni |

 

In tema di accertamento delle imposte, l’autorizzazione del Procuratore della Repubblica all’apertura di plichi sigillati, borse, casseforti e mobili in genere, prescritta in materia di IVA dall’art. 52, comma 3, del d.P.R. n. 633/1972 (e necessaria anche in tema di imposte dirette, in virtù del richiamo contenuto nell’art. 33 del d.P.R. n. 600/1973), è richiesta soltanto nel caso di «apertura coattiva», e non anche ove l’attività di ricerca documentale si svolga con la collaborazione del contribuente o di un suo dipendente.

Leggi dopo