Giurisprudenza commentata

La mancanza del “visto” del cancelliere rende il ricorso improcedibile

20 Novembre 2015 |

Cass. civ., sez. trib.,

Giudizio di cassazione

Sommario

Massima | Il caso | La questione | Le soluzioni giuridiche | Osservazioni |

 

Qualora il ricorrente depositi nella cancelleria della Corte copie della sentenza impugnata mancanti di una pagina, nonché prive del “visto di conformità” apposto dal cancelliere, soltanto la mancanza della pagina è “sanabile”, mentre la mancanza del “visto di conformità” non è in alcun modo sanabile, neanche attraverso altri atti del processo, determinando così l’improcedibilità del ricorso.

Leggi dopo