Giurisprudenza commentata

Il riparto tra la giurisdizione ordinaria e tributaria nell’esecuzione esattoriale e la prescrizione dei tributi erariali

13 Luglio 2020 |

Tribunale di Lucca

Giurisdizione e competenza

Sommario

Massima | Il caso | Le questioni | Le soluzioni giuridiche | Osservazioni |

 

Il criterio che fonda il riparto tra la giurisdizione ordinaria e quella tributaria è dato dalla tipologia dei crediti posti alla base delle cartelle su cui si fonda l’iscrizione ipotecaria esattoriale. I tributi erariali si prescrivono in dieci anni ex art. 2946, cod. civ., perché la prestazione tributaria, attesa l’autonomia dei singoli periodi d’imposta e delle relative obbligazioni, non può considerarsi una prestazione periodica, derivando il debito, anno per anno, da una nuova ed autonoma valutazione in ordine alla sussistenza dei presupposti impositivi.

Leggi dopo