Giurisprudenza commentata

Cessione di stabile organizzazione: “comparabilità” della disciplina e motivi di “interesse generale” alla base del trattamento delle perdite

12 Febbraio 2016 |

CGUE, Sez. III

Stabile organizzazione

Sommario

Massima | Il caso | La questione | Le soluzioni giuridiche | Osservazioni |

 

Nella sentenza in commento, la Corte di Giustizia chiarisce che in presenza di determinate condizioni, in caso di cessione - da parte di una società residente - di una stabile organizzazione situata in un altro Stato membro ad una società non residente appartenente allo stesso gruppo della prima società, i singoli Stati possono prevedere che le perdite dedotte in precedenza e relative alla stabile organizzazione ceduta siano reintegrate nel risultato fiscale della cedente.

Leggi dopo