Focus

PTT: scatta l’obbligo dei depositi telematici mediante il Sistema di Giustizia Tributaria

Sommario

Premessa | Ambito di applicazione del PTT e Sistema Informativo della Giustizia Tributaria (SIGIT) | Notifiche e comunicazioni telematiche | Elezioni di domicilio digitale e indirizzo pec | Notificazione e deposito del ricorso/appello | Fascicolo informatico | Deposito degli atti successivi alla costituzione in giudizio | La NIR vai web ed il pagamento del CUT | In conclusione |

 

Il Processo Tributario Telematico (PTT), dopo una fase in regime di facoltatività, diventa obbligatorio per i giudizi instaurati innanzi le Commissioni Tributarie di primo e secondo grado con ricorso/appello notificato a partire dal 1° luglio 2019. L’articolo 16 del D.L. 23 ottobre 2018, n. 119 convertito in legge 17 dicembre 2018, n. 136, modificando l’articolo 16-bis del D.Lgs. 31 dicembre 1992, n. 546 ha, infatti, stabilito che dal 1° luglio 2019, la notifica e il deposito degli atti processuali presso le segreterie delle Commissioni Tributarie sono eseguiti esclusivamente in modalità telematica. La predetta prescrizione normativa interviene a conclusione di una graduale estensione a livello nazionale di deposito facoltativo con le medesime modalità telematiche, che ha avuto inizio il 1° dicembre 2015 e si è conclusa il 15 luglio 2017.

Leggi dopo