Focus

Profili tributari delle cripto-valute in Italia: lo “stato dell’arte”

Sommario

Valuta virtuale: una definizione tecnica | Valuta virtuale: una definizione giuridica | Il trattamento fiscale delle valute virtuali | Tassazione delle valute virtuali per gli operatori professionali | Trattamento ai fini IVA | Trattamento ai fini I.Re.S. | Tassazione delle valute virtuali per gli investitori privati. Trattamento ai fini I.R.Pe.F. | Compilazione del Quadro RW | Prime considerazioni sul monitoraggio fiscale delle valute virtuali | Le conseguenze (non solo) virtuali del nuovo Quadro RW |

 

La tassazione delle valute virtuali in Italia, a dieci anni dalla loro comparsa, inizia ad assumere i tratti di una vera e propria disciplina autonoma che – analogicamente – attinge i suoi contenuti dalle norme fiscali in materia di operazioni in valuta estera. Un micro-sistema normativo che necessita, tuttavia, di una costante (e finora imprescindibile) etero-integrazione con il comparto anti-riciclaggio di cui al D.Lgs. n. 231/2007, dal quale mutua le definizioni di valuta virtuale e di Virtual Asset Service Provider, parzialmente inseriti tra i soggetti obbligati al rispetto dei presidi di contrasto ivi contemplati. Nel presente contributo si tenterà una rassegna complessiva dei principali approdi interpretativi e di prassi raggiunti dall’Amministrazione finanziaria sul trattamento delle cripto-valute ai fini IVA, IReS. ed IRPeF, nonché delle possibili conseguenze – sul fronte dell’accertamento – derivanti dalle importanti novità in materia di monitoraggio fiscale di virtual asset.

Leggi dopo