Focus

La rottamazione dei ruoli: i dubbi più frequenti e le soluzioni operative

Sommario

Introduzione: l'iter della procedura | La revocabilità della domanda di adesione e il momento di perfezionamento della definizione | Il pagamento delle rate di una precedente dilazione e l'intervenuta decadenza | Gli effetti dell'impegno alla rinuncia ai giudizi pendenti | La presentazione di più domande di adesione | Il pagamento mediante compensazione | Lo sgravio successivo del ruolo rottamato |

 

All'indomani dell'approvazione dello slittamento al 21 aprile dei termini per la presentazione delle domande di adesione, la definizione agevolata dei carichi pendenti con Equitalia si presenta come una procedura sostanzialmente chiara nelle sue modalità operative e nella tempistica dell'adesione, anche a seguito dei chiarimenti forniti dallo stesso Agente della riscossione (in occasione del forum organizzato dall'Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Roma) e dall'Agenzia delle Entrate (Circolare 8 marzo 2017, n. 2/E). In alcuni casi, tuttavia, permangono alcune incertezze da parte dei contribuenti e dei professionisti delegati, che rendono non del tutto spedito l'iter valutativo sulla convenienza economica dell'operazione e sulle modalità di adesione alla procedura. Cerchiamo, dunque, di affrontare le questioni ancora aperte, evidenziando le scelte più opportune da effettuare.

Leggi dopo