Focus

I nuovi poteri della Guardia di finanza a seguito del "Decreto fiscale"

11 Marzo 2019 | , Questionari Guardia di Finanza

Sommario

Disposizioni in materia di accesso all’archivio dei rapporti finanziari | Disposizioni in materia di attività ispettiva nei confronti dei soggetti di medie dimensioni | Disposizioni in materia di scambio automatico di informazioni | Disposizioni di semplificazione in materia di provvedimenti cautelari amministrativi per violazioni tributarie | In conclusione |

 

Durante i lavori parlamentari nella fase di conversione in legge del D.L. n. 119/2018, sono stati aggiunti alcuni articoli e commi che hanno cambiato, in modo importante, il ruolo della Guardia di Finanza in chiave antielusiva. Successivamente a tali lavori, i finanzieri hanno ottenuto una maggiore operatività in ambito economico-fiscale, al fine di contrastare in modo efficace l’evasione e le frodi fiscali, che possono emergere a seguito delle attività di accertamento poste in essere dai vari reparti operativi; ad ogni modo, giova sottolineare come tali attività, dovranno comunque svolgersi nel pieno rispetto delle garanzie che il Legislatore ha riservato al contribuente verificato. Si evidenzia, altresì, come alla Guardia di Finanza è stato attribuito un ruolo d’indirizzo e di coordinamento strategico ed operativo dell’attività di contrasto all’evasione, da effettuarsi congiuntamente all’Agenzia delle Entrate. Le disposizioni in questione sono contenute negli articoli, dal 16-quater al 16-septies del D.L. n. 119/2018.

Leggi dopo