Focus

Aspetti del cd “regime forfettario” e la residenza fiscale del contribuente

Sommario

Fatti in questione. Interpello e Risposta AdE n. 106/2019 | Legge n. 190/2014. Regime forfettario | Legge n. 145/2018. Prime modifiche al “regime forfetario” | Legge n. 160/2019. Le più recenti modifiche normative al “regime forfetario” | In conclusione |

 

L'Amministrazione finanziaria si è trovata ad affrontare un caso relativo ad un cittadino italiano residente in un paese straniero che parallelamente al proprio lavoro principale svolto nel paese extra UE, valutava l'inizio di un'attività complementare da svolgere nel territorio italiano. In particolare il contribuente domandava all'Agenzia delle Entrate se, nel proprio caso concreto, potesse essere applicato il regime fiscale agevolato cd. “forfetario”. L'Agenzia delle Entrate, richiamando i principali passaggi storici attraverso i quali è stato creato e perfezionato il regime forfetario ex legge 190/2014 e successive modifiche, ha confermato la tesi secondo la quale, fintanto che la residenza del contribuente è stabilita in un paese extra UE, il contribuente stesso non può aderire al regime forfetario.

Leggi dopo